contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Genitori e Scuola

2' di lettura
2181
EV

L’altra sera alla Scuola Marchetti di Senigallia è accaduto qualcosa di inedito.

da Alberto Di Capua
Forum Provinciale delle Associazioni dei Genitori
Non ricordiamo, infatti, alcuna recente occasione in cui i Presidenti dei Consigli d’Istituto si siano riuniti per parlare delle loro esperienze all’interno degli organi collegiali della Scuola.
L’incontro, propiziato dal Forum delle Associazioni dei Genitori presenti sul territorio, in collaborazione con il Centro Servizi Amministrativi di Ancona, al fine di poter costruire una reale partnership tra Scuola e Famiglia, aveva l’obiettivo di stabilire un primo contatto tra i Genitori delle Associazioni e i Presidenti dei Consigli d’Istituto.
Dalla comunicazione delle esperienze dei presenti (Senigallia, Ripe, Ostra, Chiaravalle, Arcevia) si è potuto comprendere che esistono almeno tre tipologie di partecipazione dei genitori; una scuola dove vi è un’iniziale e timida partecipazione; una scuola dove c’è una partecipazione sofferta perché contrassegnata da una dialogo difficile soprattutto con i docenti; una scuola dove i genitori delegano eccessivamente all’Istituzione Scolastica.
All’ordine del giorno vi erano, inoltre, la progettualità scuola/famiglia e la preparazione della 4° giornata Europea dei Genitori e della Scuola che si celebrerà nell’ottobre prossimo.
Per quanto riguarda la progettualità l’impressione che se ne ricava è che non esiste ancora una strategia educativa comune, bensì un modo di pensare ove “io solo so cosa è bene che tuo figlio apprenda o viva all’interno della scuola”.
La causa spesso risiede nell’impossibilità dei genitori di capire come potrebbero interagire efficacemente con l’Istituzione, ma soprattutto quali spazi reali esistono ove essi possano manifestare le proprie convinzioni. Insomma, pare che esista una grossa progettualità all’interno della scuola ma carente dell’apporto significativo della componente genitoriale.
Infine, per la 4° giornata Europea si è evidenziata una serie di argomenti che potranno essere condivisi e approfonditi in quella circostanza. La questione della messa a norma degli edifici scolastici, il caro-libro, le competenze e il ruolo dei genitori all’interno degli organi collegiali, le recenti novità introdotte dalla riforma come il portfolio delle competenze e il Piano dell’Offerta formativa.
L’impegno che ci si è dati, quindi, è stato quello di individuare a breve un tema che potrà essere oggetto di un incontro pubblico a livello comprensoriale che veda il coinvolgimento delle Scuole, dei Comuni e dell’Associazioni che si occupano del benessere educativo dei ragazzi e che finalmente getti le basi per la costruzione di una reale comunità educante.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 giugno 2005 - 2181 letture