contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Addio Nilde, amore mio, figlia mia

2' di lettura
2584
EV

Poche parole che intenderei aggiugere alle straordinarie parole già ascoltate: testimonianza di ciò che Lei è stata nel Suo breve, intenso cammino, non solo pubblico e professionale, ma anche e sopratutto vissuto nella serena, dolce intimità delle nostre mura domestiche.

da Maurizio Tonini Bossi
Ho provato a prendere su di me qualche tua pena, ma ti ho trovata pronta, tu, a tranquillizzarmi: "tutto si risolverà, non ti preoccupare"“, affermavi e me lo dicevi con il tuo splendido sorriso, con la tua indimenticabile, sconvolgente serenità; era il tuo modo di affrontare le difficoltà della vita; ogni tua quotidianità, troppo spesso triste e difficile, tu l’'affrontavi con lo sguardo rivolto avanti, proiettandoti sempre nel tuo futuro, nelle tue certezze, nel tuo orizzonte limpido, dove tutto ha contorni, colori, profumi, ineguagliabili; il più forte dei venti non è mai riuscito a minare le tue radici profonde, le tue speranze di felicità, la tua fiducia, la tua Fede profonda.

Che ti abbia avvicinato anche solo per pochi istanti, non si è potuto sottrarre dal fascino di questo tuo modo di essere, di quel tuo garbo, della tua grazia, della tua disponibilità; impossibile sottrarsi a qualche positiva riflessione esistenziale, dopo un incontro con te.


Continueremo a stare insieme, come negli indimenticabili 25 anni trascorsi nell'amore che ci hai donato, e tu continuerai ad aiutarci a comprendere quanto luminoso potrà essere anche il nostro approdo, se sapremo seguire le orma che tu ci hai lasciato.

Addio Nilde, amore mio, figlia mia.

Tuo Maurizio

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 giugno 2005 - 2584 letture