x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Gita fuori porta per i nonnini della casa di riposo di Corinaldo

2' di lettura
1938
EV

Si è svolta nei giorni scorsi la gita primaverile degli ospiti della Casa di Riposo di Corinaldo. Dopo due rinvii imposti dalle non ottimali condizioni meteo l’uscita ha dunque avuto luogo, con grande gioia dei partecipanti e dei loro accompagnatori.

di Ilario Taus

La meta, il convento di San Pasquale Baylon ad Ostra Vetere, si è prestata ottimamente alla trasferta, consentendo sia il raccoglimento nel Santuario sia lo svago nel graziosissimo giardino posto accanto al piazzale.

Le parole di Padre Rolando, che ha riferito la biografia del Santo, e quelle di Padre Giovanni, che ha narrato la propria storia al servizio del convento, hanno fatto da cornice alla ormai tradizionale “Benedizione di San Pasquale”.

Successivamente, gli ospiti hanno potuto gustare una abbondante merenda nel giardino, all’ombra degli alberi e col piacere di una leggera brezza rinfrescante.

Tutto si è svolto sotto l’occhio attento e professionale del personale della Casa di Riposo, coadiuvato – come sempre accade in queste occasioni – dai responsabili dell’Unitalsi, dell’Avulss e della Pubblica Assistenza Avis di Corinaldo, che ha messo a disposizione un’ambulanza per tutta la durata della gita. Alla migliore realizzazione dell’iniziativa hanno contribuito anche l’Amministrazione Comunale di Corinaldo, per il tramite dell’Assessore alle politiche Sociali Daniele Aucone e la Ditta di Trasporti Pettinelli.

Alla gita hanno preso parte anche il Presidente degli I.R.B. Donato Ciceroni ed i consiglieri Goffredo Luzietti e Daniela Petraccini. Quest’ultima, come ricordato dal Presidente, è stata la vera fautrice dell’iniziativa, avendo gestito tutti i contatti ed essendosi personalmente impegnata per diversi giorni perché ogni cosa filasse per il giusto verso. Fatto rientro a Corinaldo, gli amministratori della Casa di Riposo non hanno perso tempo ed hanno già cominciato a progettare la gita autunnale.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 giugno 2005 - 1938 letture