contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Quadrilatero? Project Financing all'amatriciana

2' di lettura
2020
EV

E' solo propaganda l’intervista sul Quadrilatero del vice-ministro Baldassarri pubblicata ieri? No, non è solo propaganda: dal 2001 si perde tempo, invece di riflettere su un diverso sviluppo per le Marche.

dal WWF-Marche
Il vice-ministro parla di “progetto innovativo”, ma come può esserlo se solo il 19% degli investimenti necessari è in project financing?
O se questa percentuale dovesse essere coperta, nel caso non ci siano investitori privati, dal Governo stesso, come previsto dalla Legge Obiettivo? L’infrastruttura sarebbe quindi totalmente, o quasi, finanziata dallo Stato: questa è innovazione?
In molti casi in Europa il Project Financing è fallito, in altri è andato a buon fine: nelle Marche il Project Financing finirà all’amatriciana?

La delibera CIPE 121/2001 è oramai bloccata da tempo; essa prevedeva finanziamenti per infrastrutture per 125 miliardi di euro, mentre gli studi di CRESME e Camera dei Deputati hanno stimato un fabbisogno di 231 miliardi di euro, cifra che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con molta fatica, riesce a rifinanziare ogni anno.

Gli studi svolti dal Prof. Mario Boitani della Cattolica di Milano e dal Prof. Marco Ponti del Politecnico, dimostrano in maniera evidente come non sia possibile far seguire, ad un aumento delle infrastrutture, un aumento dello sviluppo, soprattutto in un paese già infrastrutturato come l’Italia.

Il WWF crede che l’attenzione creata intorno al Quadrilatero finisca per rallentare la costruzione di un programma veramente innovativo per il futuro delle Marche.
Valorizzazione del Territorio, tecniche agricole a basso impatto, produzione di merci ad alta qualità, sviluppo turistico, riqualificazione della forza lavoro nei termini del progresso tecnologico e della produzione: questi sono i punti fondamentale da cui dovrebbe ripartire l’agenda politica marchigiana.
Soltanto dopo si potrà pensare ad Infrastrutture necessarie e comunque in senso sostenibile.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 giugno 2005 - 2020 letture