contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

La Vigor festeggia una bella stagione

3' di lettura
2086
EV

La Vigor Senigallia ha perso per un soffio la promozione sul campo in serie D ma non tutti i mali vengono per nuocere.
La sconfitta di domenica scorsa contro il Virtus Villa, a otto minuti dalla fine dalla gara, dopo la delusione iniziale ha regalato sorprese forse inaspettate in casa rossoblu.
Festeggiamenti Vigor Senigallia

di Penelope Pitti
penelope@viveresenigallia.it
Martedì sera la società ha festeggiato con una cena all’Hotel Atlantic insieme alla squadra, allo staff tecnico, ai soci, ai finanziatori e ai tifosi la conclusione di una stagione che ha prodotto risultati inizialmente insperati.
A cominciare dalla nuova affezione creatasi da parte del pubblico senigalliese attorno alla squadra fino all’interessamento da parte di nuovi e possibili sponsor. Condizioni non secondarie che hanno “convinto” la società rossoblu a presentare ufficialmente domanda di ripescaggio per la serie D, sapendo comunque di dover improntare una cifra come 41 mila euro per l’iscrizione al campionato.

Segnali di ritrovata armonia in casa rossoblu, dopo un paio di stagioni sempre alle prese con gli esigui budget societari che avevano anche messo a rischio la stessa sopravvivenza della storica squadra, che ora danno nuovo impulso alla Vigor Senigallia.

"Voglio ringraziare i giocatori, il tecnico, lo staff, i tifosi, gli sponsor e anche l’Amministrazione Comunale per il contributo che ciascuno, nella propria parte, ha dato alla Vigor – ha detto il presidente Pier Luigi Bani - attorno a questa squadra si è ricreata un'affezione che ha riportato i tifosi a popolare il Comunale e ha attirato l’attenzione degli sponsor".

E in tema di stadio, date le pessime condizioni del terreno di gioco del Centrale, la prima novità dall’Amministrazione Comunale.
"Abbiamo già appaltato i lavori di sistemazione dei campi di calcio cittadino – annuncia il sindaco Luana Angeloni - e tra questi vi rientra ovviamente anche lo stadio Centrale così come quello delle Saline".
Ripescaggio e interessamento degli sponsor che rispondono agli auspici dei tifosi.
"Nonostante la sconfitta di domenica la Vigor ha vinto, ha vinto contro lo scetticismo di una città troppo spesso distratta e poco sensibile verso una società che ha 84 anni di storia – afferma Mario Cammarota, “portavoce” dei tifosi - cerchiamo ora di regalarci la vittoria più difficile: creare una società, anche non ricca, ma affidabile per il futuro e poi, non trascurare l’ipotesi del ripescaggio".

Immagini dalla cena dell'Hotel Atlantic

Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia
Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia Festeggiamenti Vigor Senigallia

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 giugno 2005 - 2086 letture