contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Il futuro della Vigor Senigallia dipende dagli investitori

1' di lettura
1551
EV

La delusione per la sconfitta contro il Virtus Villa di domenica scorsa che nega alla Vigor Senigallia la promozione sul campo in serie D lascia spazio alla soddisfazione per una stagione ricca di soddisfazioni.
Restano però molti dubbi sulle reali intenzioni della società rossoblu di avanzare domanda di ripescaggio.

Anche se per il momento il presidente Pier Luigi Bani preferisce rinviare ogni decisione alla riunione del Direttivo, la scelta dipenderà dall'arrivo o meno di nuovi e sostanziosi finanziamenti in grado di coprire i costi di un campionato in serie D.

"Nei prossimi giorni ci confronteremo con il Direttivo, i soci e gli sponsor per verificare se avremo o meno il sostegno necessario per affrontare i costi di una promozione -afferma il presidente Pier Luigi Bani- al di là di quella che sarà la decisione finale sono molto soddisfatto perché la Vigor è riuscita ad andare ben oltre le aspettaive iniziali"

Soddisfatto anche il tecnico rossoblu che, dopo tre stagioni in maglia rossoblu, si preapara a lasciare la panchina della Vigor per quella della Jesina.

"Siamo arrivati ad un passo dalla serie D e fa rabbia perdere la promozione a sei minuti dalla fine della partita - commenta mister Dino Giuliani- la Vigor ha comunque dimostrato di avere bravi giocatori ed io sono soddisfatto per il campionato che la mia squadra ha disputato. Bisogna riconoscere il merito di questi ragazzi ed ora aspettiamo l'esito dell'eventuale ripescaggio".

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 giugno 2005 - 1551 letture