contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

La Vigor Senigallia guarda avanti dopo la sconfitta contro il Virtus Villa

3' di lettura
1573
EV

La Vigor Senigallia non ce l'ha fatta. La promozione in serie D è sfumata per un soffio e per i rossoblu ora resta la soddisfazione per una stagione esaltante e la speranza dell'eventuale domanda di ripescaggio che la società rossoblu in queste ore sta valutando se presentare o meno.

Il tecnico Dino Giuliani accetta il veredetto arrivato dal campo di Villa Verucchio ed elogia i suoi ragazzi.
“I giocatori del Virtus Villa hanno mostrato un livello tecnico superiore al nostra. Lo si era visto anche nella gara di andata. Negli uno contro uno sono veramente forti e la loro qualità è stata confermata dalla caratura del terzo gol, un gran numero di Zagnoli che ha effettuato un pallonetto su cui nulla ha potuto fare Moroni”.
Ad agevolare i locali, oltre la supremazia in campo, anche qualche errore di troppo della Vigor Senigallia, soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa i rossoblu sono riusciti a contrastare meglio gli avversari ma pesano le ingenuità commesse in occasione delle prime due reti.
“Nel secondo tempo abbiamo tenuto bene la partita ma gol così come quelli che abbiamo subito non andrebbero presi. Gli avversari sono stati bravi, hanno dimostrato veramente di meritare la serie D, così come però l'avremmo meritata noi”.
Il sogno della serie D è sfumato solo a pochi minuti dal termine.
“Brucia finire un campionato così prendendo il goal che ti elimina a 6 minuti dalla fine. Possiamo solo consolarci con la consapevolezza di aver disputato una grande stagione. Ad essere onesti non credo che sia possibile ripeterla allo stesso modo, con la stessa squadra, ma i ragazzi sono stati grandissimi e la qualificazione sul campo ci è sfuggita per un soffio”.

Rammarico e amarezza anche fra i giocatori rossoblu che hanno lottato fino all'ultimo per la promozione sul campo. Il capitano Lorenzo Pandolfi ringrazia i compagni e confida nell'eventuale ripescaggio.
“E' dura quando vedi sfuggire un sogno a sette minuti dalla fine. Mancava davvero poco e a quest'ora saremmo stati noi a festeggiare. Il rammarico è grande, anche se considerando i 180 minuti della gara di andata e di ritorno il Virtus ha giocato meglio, ha avuto più occasioni e se volgiamo, alla fine di tutto, il verdetto del campo dice che è stato anche più bravo. Noi però ce l'abbiamo messa tutta”.
Resta comunque la soddisfazione per il campionato davvero esaltante disputato dall’undici di mister Giuliani.
"E’ stata una stagione che ha dato a tutti noi molto di più di quello che ci potevamo aspettare inizialmente. Abbiamo lottato tanto, superando tante avversità e battendo tanti avversari ostili che abbiamo incontrato sul nostro cammino. Mi sento di fare i complimenti ai miei compagni, indipendentemente del rammarico che proviamo ora. Anche i nostri tifosi hanno capito questo e lo hanno dimostrato anche a Villa Verucchio quando a fine gara sono entrati in campo per festeggiarci comunque”.
Ora alla Vigor Senigallia non resta altro che affidarsi all'eventuale ripescaggio.
“Abbiamo giocato fino alla fine di giugno per ottenere la serie D che però sul campo ci è sfuggita per un soffio. Ora speriamo solo nell’eventuale domanda di ripescaggio che la società vorrà avanzare”.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 giugno 2005 - 1573 letture