contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Potenziamento della rete di gas metano nella frazione di Pongelli

4' di lettura
2171
EV

Potenziamento ed estensione della rete di gas metano nella frazione di Pongelli di Ostra Vetere ed adeguamento della Convenzione tra la società Sadori S.r.l. ed il Comune.

E’ quanto prevede il progetto realizzato dalla nuova Amministrazione comunale ed approvato con i soli voti della maggioranza consiliare (hanno votato contro i soli consiglieri di minoranza di centrosinistra) nella seduta del consiglio del 31 marzo scorso.
Nella seduta del consiglio comunale di giovedì i consiglieri di minoranza di centrosinistra, oltre al voto contrario espresso a marzo sul progetto, hanno anche chiesto, con una mozione, di ritirare addirittura il progetto ed annullare così la delibera approvata due mesi fa.
Una mozione che la maggioranza del Consiglio e la Giunta hanno respinto con decisione, ribadendo che “con questo progetto –ha detto il sindaco di Ostra Vetere Massimo Bello nel suo intervento - il territorio ha fatto un piccolo, ma importante passo in avanti che qualcuno, invece, vorrebbe cancellare perché fa emergere una totale inadempienza a carico di un passato, che ormai non c’è più.”
“Nell’arco di poco tempo dal nostro insediamento, con quella delibera, che i consiglieri di minoranza contestano e di cui chiedono l’annullamento colpendo così un’intera frazione del paese, abbiamo semplicemente dato una risposta concreta, immediata e legittima, che qualcun altro non è riuscito a dare in tanti anni, a chi da tempo aveva chiesto una soluzione fattibile e seria” ha affermato il primo cittadino rispondendo sempre ieri in consiglio comunale alla mozione presentata dai consiglieri di minoranza di centrosinistra, i quali chiedevano di annullare la delibera perché ritenuta illegittima ed in quanto creava situazioni di disparità di trattamento tra le varie zone agricole.
“La delibera non solo è legittima, ma vi sono tutte quelle ragioni di interesse pubblico e giuridiche che hanno spinto l’Amministrazione a rispondere ad una esigenza del territorio. Per quel che riguarda, invece, le pretestuose ed assurde disparità di trattamento tra le varie zone agricole a cui accenna la minoranza, evidenziamo con estrema chiarezza che tali situazioni, semmai, le ha create chi ha governato negli vent’anni Ostra Vetere, non certo noi che siamo qui da solo un anno; questa nuova Amministrazione non ha escluso e non esclude niente e nessuno.”
“Questo progetto è importante ed indispensabile, anche a fronte delle esigenze manifestate dalla popolazione residente in quella zona - ha continuato Bello - che aspettava da tanti anni, e per la realizzazione del quale la Giunta, supportata dall’ufficio tecnico e dal segretario comunale, ha lavorato con impegno perché ciò si concretizzasse.”
“La necessità di estendere e di potenziare il servizio gas metano – hanno proseguito poi il sindaco Massimo Bello ed il vice sindaco Gaetano Truffellini – in questa parte del territorio comunale, finalmente dopo anni di ritardo ingiustificato, va incontro all’esigenza dell’interesse pubblico e generale. Una risposta immediata, certa ed utile volta allo sviluppo di una frazione importante, qual è quella di Pongelli, che vuole essere l’inizio di una piena ed organica rivalutazione dell’intero territorio.
L’Amministrazione comunale ha ritenuto di prioritario e rilevante interesse pubblico procedere, con questo progetto, all’estensione ed al potenziamento della rete di gas metano a nuove aree del territorio, rendendo così accessibile il servizio anche a quei cittadini, a quelle famiglie ed a quelle imprese che non possono fruirne”.
“La mozione della minoranza risponde, invece, più ad una chiara e miope logica di parte dicono infine Bello e Truffellini - e contiene, in modo pretestuoso, ragioni infondate, giuridicamente ed in termini di scelte. Pur essendo in presenza di una normativa comunitaria e nazionale complessa e non del tutto chiarita dagli organi competenti, vogliamo ribadire che questa nuova Amministrazione opera con coscienza, avendo ben presenti gli obiettivi da raggiungere, e lo fa assumendosi fino in fondo le sue responsabilità, con il coraggio di difendere le proprie scelte, in cui crede fermamente in direzione della tutela del pubblico interesse e della difesa dei diritti dei cittadini di Ostra Vetere che qualcun altro aveva calpestato ed ignorato per troppo tempo”.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 giugno 2005 - 2171 letture