contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Il completamento del palazzetto non è un atto di attenzione verso i giovani

3' di lettura
2208
EV

l Movimento socio-politico-culturale “Insieme per Castelleone” dissente da quanto affermato dal sindaco Biagetti nel suo comunicato stampa, apparso il 16/06/2005 sul Corriere Adriatico dal titolo “Il Comune trova i soldi per finire il palas”. Carlo Manfredi presidente di Insieme per Castelleone

da Insieme per Castelleone
www.insieme.suasa.it
Il sindaco Biagetti non può spacciare il completamento del palazzetto come un atto di attenzione ai giovani.
Il palazzetto è lì che aspetta di essere terminato da ben 15 anni.
Come, ammesso anche da lui, il tempo ha compromesso l'intera struttura, vedi la copertura da rifare (speriamo che non voglia dare la colpa anche di questo alla minoranza).
La colpa è sicuramente delle varie maggioranze che in questi anni si sono succedute e alle quali l'attuale amministrazione fa riferimento.
E' chiaro che questo è un fatto importante, ma forse la decisione non è stata imposta dall'attenzione che la Corte dei Conti ha per le vicende di questa incompiuta e che vede indagato l'ex sindaco?
Ci fa piacere sentire che lo stesso Biagetti ha fatto marcia indietro rispetto al finanziamento ai giovani.
Durante il Consiglio Comunale del 30/05/2005, con all'ordine del giorno: “fondi destinati ad iniziative in favore dei giovani” (punto inserito dalla minoranza), dove fra l'altro mancava il consigliere competente, il suo tono era diverso: “vedremo, i giovani devono proporre e poi interverremo” e via di questo tono, in un vano tentativo di arrampicarsi sugli specchi.
Comunque non condividiamo quello che dice nel comunicato stampa: i giovani hanno bisogno di sport è vero e per questo aspettiamo il completamento del palazzetto, ma per la cultura cosa si fa a Castelleone?
Mens sana in corpore sana, dicevano i latini, e a Castelleone la mente sembra essere un optional: manca completamente un progetto in grado di coinvolgere i giovani non solo dal lato sportivo per il quale già c'è la Polisportiva.
La dichiarazione del sindaco che dice che se ci sarà bisogno troverà i soldi necessari indica chiaramente l'incapacità dell'amministrazione di progettare in favore dei ragazzi castelleonesi.
Il sindaco ci dica perchè le proposte della minoranza: attivazione di una ludoteca, ampliamento e ristrutturazione della fatiscente biblioteca comunale dandone l'incarico a persone qualificate, ecc., non sono state mai prese in considerazione?
Ci sembra che dietro la scelta delle manifestazioni estive (solo parzialmente rivista dopo le nostre critiche) si nasconda una totale mancanza di idee e soprattutto di un progetto organico ed a lungo termine, da parte di chi dovrebbe essere parte attiva nello stimolare attività culturali in un paese già in grave ritardo rispetto agli altri della vallata.
Infine rifiutiamo categoricamente il tentativo, neanche tanto velato, nel comunicato stampa della maggioranza, di far credere ai cittadini che Insieme per Castelleone sia contrario alle iniziative in favore degli anziani: già in passato ci siamo battuti per loro e ora qualcosa finalmente si muove.
Altrettanto deve avvenire con i giovani in breve tempo e mediante progetti seri: qualche manifestazione in piazza, tanto per fare, non basta.
Ripetiamo allora, ciò che asserito in Consiglio Comunale: “Riteniamo necessario che l'Amministrazione rediga al più presto un progetto pluriennale in favore dei giovani in grado di coinvolgerli maggiormente nella vita locale e di valorizzarne le esperienze e le capacità.
Un progetto pluriennale non può essere richiesto alla minoranza perchè impossibilitata a fare ciò. E' dunque necessario uno sforzo della maggioranza la quale, se si trova in difficoltà può sempre attivare una commissione consigliare ad hoc per i giovani, in cui potremmo portare al vaglio della maggioranza le nostre idee e proposte per i giovani in maniera costruttiva”.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 giugno 2005 - 2208 letture