contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Inteatrofestival, una vocazione per la ricerca espressiva

3' di lettura
4357
EV

Con lo spettacolo Diabolus in Musica si chiude la stagione teatrale di Senigallia e contemporaneamente si apre il Inteatrofestival.

di Silvia Piermattei
silvia@viveresenigallia.it
L'Associazione culturale Inteatro ha realizzato un festival lungo un mese che si dilata in cinque progetti tematici autonomi.
Il progetto si svilupperà in tutto il territorio della Provincia d'Ancona a partire dal 18 giugno fino al 15 luglio

"Inteatrofestival rappresenta il manifesto programmatico di quello che potrà essere in futuro la nostra associazione - spiega Velia Papa, Assessore alla Cultura del Comune di Senigallia e Direttore artistico di Inteatro - Il nostro lavoro ha ricevuto importanti riconoscimenti a livello ministeriale sia per la promozione della prosa, sia per la danza.
La manifestazione si svolgerà in un vasto territorio, con manifestazioni specifiche per ogni città.

Nella teatro La Fenice di Senigallia andrà in scena lo spettacolo della compagnia fracese Les Colporteurs Diabolus in Musica per il progetto Ospitalità internazionale.
Inteatrofestival conferma la sua vocazione internazionale nel progetto dell'ospitalità di maestri stranieri e gruppi teatrali innovativi.

Anche quest'anno avremo la possibilità di conoscere ed apprezzare una compagnia tra le più originali del panorama europeo, popolare nel linguaggio e poetica nei contenuti.

Un altro appuntamento importantissimo è previsto il 25 e il 26 giugno con Fatti di Danza , un programma realizzato con un finanziamento europeo che coinvolgerà Centri di ricerca espressivi provenienti dall'Austria e dalla Slovenia.
La coreografa anconetana Rebecca Murgi presenterà il risultato finale di uno stage intensivo.
Nasce così Inteatro Festival Accademy, un centro per la danza e le arti performative rivolto a professionisti.
L'IFA è stato intitolato a Domenico Mancia, sostenitore di Inteatro.
La manifestazione prevede un seminario sul tema della danza contemporanea e il suo bisogno di confrontarsi con le altre arti.

Nella città di Jesi continua il V° capitolo di Intrecci, un appuntamento nato per parlare di scrittura contemporanea attraverso diversi linguaggi espressivi, dal cinema al teatro, ecc...
Il 2 luglio saliranno sul palco Serena Dandini e Neri Marcorè per propporre un happening teatrale-musicale e irresistibili gag.


Polverigi ha sempre ospitato le sue manifestazioni fuori degli spazi convenzionali e Fuori Luogo sarà il tema dei tre giorni di teatro, danza e improvvisazione che quest'anno caratterizzeranno la manifestazione.
Dall'8 al 10 luglio, le piazze, gli atri degli edifici, persino un disco-pub, dove pubblico e attori si trovano insieme, saranno protagonisti di spettacoli pensati al di fuori del luogo deputato.


Infine, con il Progetto Motus, presso la Mole Vanvitelliana di Ancona, saranno presentati laboratori e spettacoli da Pasolini a Fassbinder
".

"Anche una realtà radicata come quella di Inteatro ha rischiato di andare perduta - afferma l'Assessore Provinciale alla Cultura Massimo Pacetti - occorreva un allargamento ad altri territori e ad altri enti ed abbiamo puntato proprio questo."

"E' doveroso rigraziare il Direttore Artistico di Inteatro che, grazie alla sua professionalità, ha dato all'Associazione la possibilità di crescere - afferma il Vice Direttore di Inteatro Franco Balducci

"Polverigi e Inteatro sono un punto di riferimento nella scena teatrale internazionale - afferma l'Assessore regionale alla Cultura Giampiero Solari - nonostante questo, rispetto ad altre Regioni abbiamo ancora molta strada da fare"

Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo Testo alternativo

La Direttrice artistica di Inteatro Velia Papa, l'Assessore provinciale alla Cultura Massimo Pacetti, l'Assessore regionale alla Cultura Giampiero Solari, il Vice Presidente di Inteatro Franco Balducci.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 giugno 2005 - 4357 letture