contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Scuola Pimaria di Piticchio di Arcevia, quando piccolo è bello...

4' di lettura
2233
EV

Si è concluso alla Scuola Primaria di Piticchio, dell’Istituto Comprensivo di Arcevia, il Concorso Nazionale denominato “Adotta una mucca”, iniziativa volta a sensibilizzare gli alunni delle Scuole Primarie al problema dell’alimentazione e dell’educazione alimentare. Un plauso speciale è stato rivolto ai giovani alunni di Piticchio dal sindaco Silvio Purgatori.

dal Comune di Arcevia
www.arceviaweb.it
Il concorso, aperto a tutte le Scuole Primarie d’Italia, ha avuto inizio nel mese di ottobre 2004 con la partecipazione di circa 500 classi con un numero di alunni vicino a 10000. L’organizzazione del concorso prevedeva due fasi successive dello stesso, la prima delle quali si è chiusa nel mese di marzo 2005 dalla quale sono scaturite le trecento classi ammesse alla seconda e conclusiva fase del concorso.
La Scuola Primaria di Piticchio, già collocatasi molto bene nella graduatoria parziale di fine della 1° fase (54° su 310 risultanti ammesse alla 2° fase), inizia a questo punto, un “tour de force” mutualistico tra insegnanti, alunni e genitori affrontando, con immensa voglia di affermarsi, la seconda fase del concorso.
La collaborazione e la coesione totale delle forze e delle energie messe in campo, grazie anche alla eccezionale strumentazione tecnica messa a disposizione della scuola da parte della locale “Associazione Amici di Piticchio” ha permesso la realizzazione di un ipertesto elaborato al computer utilizzando il programma “Front Page”.
Durante questa fase tutti gli alunni sono divenuti artefici principali dell’elaborato, quali realizzatori di testi e disegni sul tema, ricercatori di notizie storiche e scientifiche su tutto quanto concerne l’alimentazione umana, coinvolgendo in questo anche i genitori quali portatori della memoria storica della propria alimentazione a partire dalla nascita in poi.
Sotto la guida ed il coordinamento delle insegnanti del plesso, i bambini, come meglio hanno voluto, hanno scritto, elaborato, inserito, colorato tutto quello che hanno trovato, trasformando una rilevante mole di dati ed elementi singoli in un vero “ipertesto” sul tema alimentazione e come fare buona alimentazione.
L’obiettivo finale è divenuto, nel trascorrere dei mesi, un impegno corale di tutti gli alunni, anche di coloro che a volte tendevano ad estraniarsi dagli impegni collettivi.
Tanto che, giunti al momento della verità, la Scuola Primaria di Piticchio, “sperduto” Castello del Comune di Arcevia, si è vista collocare nell’Albo d’Argento delle classi partecipanti, ottenendo la collocazione nella seconda fascia dei vincitori del concorso, con un punteggio di ben 1312 punti.
Alla scuola, come premio, verrà consegnata una Enciclopedia Multimediale in CD rom De Agostini oltre che una guida e tessera Viviparchi con accesso gratuito per tutti i bambini.
Dopo il successo ottenuto dalla stessa scuola al concorso organizzato dal Consorzio “Grotte di Frasassi”, questa seconda importante affermazione a livello Nazionale, raggiunta dalla Scuola Elementare di Piticchio, permette di asserire, senza tema di smentita, che ciò che conta, al di là delle dimensioni, delle risorse economiche, della collocazione geografica e/o estrazioni sociali, è la voglia di fare, la coesione che deve sempre stare alla base del lavoro degli operatori, il comune desiderio di dare voce alla propria terra, al proprio esserci, alla comune necessità dei bambini di sentirsi partecipi in prima persona ed a pieno titolo di un mondo che, sin da adesso, debbono contribuire a costruire, allontanando da sé la tentazione di subirlo.

Agli studenti della scuola elementare di Piticchio vannno i complimenti ed il ringraziamento dell’Amministrazione comunale per successi ottenuti”.
Il Sindaco di Arcevia, Silvio Purgatori, ha voluto esprimere pubblicamente l’'orgoglio della città di Arcevia per l’'operato dei suoi studenti e degli insegnati che hanno collaborato alla realizzazione dei successi, contribuendo a promuovere l'’immagine del territorio arceviese anche attraverso il mondo scolastico.
"Il fatto che questi risultati siano stati ottenuti da una scuola di un piccolo centro come Piticchio di Arcevia, testimonia la validità del nostro sistema locale d’istruzione e di sviluppo, fondato sulla valorizzazione dell’individuo nell’ambito di un sistema sociale capace di esprimere grandi aggregazioni ed una radicata solidarietà -ha detto Purgatori- Mi auguro che i giovani studenti abbiano nella vita il successo che stanno dimostrando di meritare così come mi auguro che decidano di spendere i loro talenti restando legati alla terra che li ha visti nascere e crescere. Per quanto ci riguarda, come Amministrazione comunale, i nostri sforzi sono finalizzati proprio a creare le condizioni per una piena valorizzazione dei nostri giovani in un contesto di sviluppo del territorio arceviese”".


ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 giugno 2005 - 2233 letture