contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

sport: Cuore Vigor e il sogno continua!

8' di lettura
2776
EV

Andata finalissima Playoff:
Vigor Senigallia - Virtus Villa 1-0

Partita emozionante, gli ospiti (arrivati secondi in campionato dietro al Cervia di Graziani) a tratti dominano, ma il cuore e il carattere rossoblu più un pizzico di fortuna consentono agli undici di Giuliani di raggiungere una vittoria soffertissima. E domenica a Villa Verucchio si gioca la promozione in serie D.

di Gianluca Carlino

Ormai la Vigor vive "alla giornata": dopo una partita sofferta, in cui a tratti sembra vicina la capitolazione, i rossoblu stringono i denti e riescono a difendere il goal messo a segno dall'ennesima punizione di Manuel Madau, stavolta complice anche una deviazione in barriera. E così la squadra di mister Giuliani raggiunge l'ennesima vittoria di questa serie playoff, forse la più importante, visto che domenica prossima sarà l'ultima partita stagionale che deciderà in che campionato giocheranno le due squadre: ancora Eccellenza o promozione in serie D?

La partita inizialmente non offre tanti spunti di cronaca, ma in campo si vede una maggiore qualità degli ospiti, come poi confermerà a fine partita l'allenatore rossoblu, che però non comporta conclusioni rilevanti. Dopo una punizione per parte, prima di Zagnoli (Virtus Villa) e poi di Madau (Vigor) entrambe alte, al 14° è Minero (Vigor) a provarci sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma sotto porta non riesce di testa ad imprimere forza alla sfera che viene bloccata da Faedi. Il Virtus Villa acquisisce una maggiore supremazia a centrocampo e nelle file della Vigor si sente parecchio, più che in altre occasioni, la mancanza di Loreti, perno fondamentale del centrocampo senigalliese. Al 35° dopo una lunga azione ospite, è Baronciani a provarci da fuori, ma la sfera termina fuori a lato destro di Moroni. Due minuti dopo ci prova Orlandi (Virtus Villa) sempre da fuori ma il tiro è ancora una volta alto. Al 37° si riaffaccia in avanti la Vigor, con Madau che prova, dal limite, a servire in area, la palla rimpallata sembra preda dei difensori ospiti chje però si complicano la vita, Figueroa prova ad approfittarne e a servire in mezzo all'area per Pandolfi ma il passaggio decisivo è impreciso e allontanato dalla difesa. E' un buon momento per la Vigor che sembra aver preso le misure agli avversari e al 42° arriva il momento fondamentale della partita: azione della Vigor, fallo di mano di Zagnoli sui 30 metri che l'arbitro vede decretando la punizione; Madau si posiziona sulla sfera e lascia partire il tiro che viene leggermente deviato da un giocatore in barriera (forse Zagnoli) spiazzando il portiere Faedi che non può intervenire, costretto a guardare la palla entrare in rete. Un vantaggio che scatena il pubblico senigalliese, che però ancora non immagina la sofferenza che dovrà subire nella ripresa.

La prima conclusione del secondo tempo è comunque della Vigor, con Minero che entra in area defilato sulla destra e prova il tiro che termina di poco alto. Ma sarà solo un fuoco di paglia di quello che sarà una frazione dominata dal Virtus Villa. Al 53° azione sulla sinistra di Lilli che crossa ottimamente teso in area per Tellinai che di testa a botta sicura da dentro l'area piccola indirizza in porta ma è strepitoso il riflesso di Moroni che allunga la mano sinistra mandando la sfera in corner. Successivamente la sfera capita in area tra i piedi di Zagnoli che prova ad indirizzare sul palo destro di Moroni che però risponde "presente" e respinge bene in angolo. Al 56° ci prova su punizione ancora Zagnoli ma la botta da fuori viene respinta con i pugni dall'estremo difensore rossoblu. Figueroa (Vigor) prova ad allentare la pressione con una incursione in area che si perde a metà tra un tiro e un cross, ma poi riprende la trama offensiva ospite che subito un minuto dopo hanno la più grande occasione: è il 61° Orlandi dal limite riceve la sfera con le spalle alla porta, riesce a difenderla avanzando e girandosi improvvisamente colpisce la stessa mettendo fuori causa difensore e portiere ma la conclusione va a sbattere in pieno sul palo sinistro della porta rossoblu, prima di venire allontanata dai difensori in angolo. Sugli sviluppi del corner ancora brividi con palla colpita da un giocatore dei Virtus Villa e che viene respinta quasi sulla linea di porta da Traiani. Il tema della partita è ormai scontato: il Virtus Villa dimostra di essere di un livello superiore ai rossoblu, con qualità tecniche invidiabili, ma la Vigor mette sul campo la grinta e il cuore, cercando di stringere i denti per incamerare la vittoria. Sul campo gli ospiti meriterebbero effettivamente almeno il pareggio, ma i giocatori senigalliesi dimostrano di saper soffrire e di neutralizzare le offensive dei Romagnoli anche grazie agli ottimi interventi difensivi di un ritrovato Goldoni che è esemplare al 67° quando Orlandi si libera in area vincendo un rimpallo, ma è "Fefi" con una precisa scivolata ad anticiparne la conclusione e a mandare in corner. In effetti dopo questo episodio i rossoblu riescono ad evitare conclusioni pericolose degli ospiti, che però continuano a macinare gioco anche se trovano meno spazi. Berzozzini, commettendo fallo, viene ammonito dal direttore di gara e, diffidato, dovrà saltare la gara di ritorno per squalifica, tra il rammarico del giocatore stesso. E tra le sofferenze i ragazzi di Giuliani riescono ad arrivare fino alla fine, allentando il pressing ospite con gli ottimi possessi palla di Pandolfi e Figueroa su tuttim con quest'ultimo che prova anche la conclusione da fuori all'87° ma il tiro è centrale e facilmente preda di Faedi. L'arbitro decreta cinque minuti di recupero, ma nel finale la Vigor tiene bene il campo, anche per la stanchezza dello sforzo fatto dal Virtus Villa e il risultato al triplice fischio rimane di 1-0 per i senigalliesi.

Ora rimane da giocarsi l'ultima partita della stagione in casa del Virtus Villa: il regolamento prevede che i goal in trasferta valgano doppi, pertanto alla Vigor basterebbe non perdere nella gara di ritorno, oppure perdere con solo un goal di scarto ma segnandone almeno uno. La vincente giocherà il prossimo campionato di serie D.

I commenti dagli spogliatoi:
Giuliani (Vigor Senigallia): "mettiamo in cascina questa soffertissima vittoria: loro hanno elementi di categoria superiore, noi ci abbiamo messo il sacrificio e un po' di fortuna, ma siamo pronti per la battaglia in casa loro. Speriamo di recuperare le forze perche' nel finale sia loro che noi eravamo in carenza muscolare. Moroni ha fatto una delle sue parate che ha salvato il risultato: anche se puo' soffrire un po' sulle uscite, tra i pali è eccezionale, ha una reazione che non mi aspettavo. Mi dispiace per Bertozzini, ho visto le lacrime nei suoi occhi ma forse l'ammonizione era eccessiva"; poi, ad una domanda sulle presunte voci di mercato che lo vorrebbero prossimo allenatore della Jesina, il mister dice: "Si dicono queste voci solo perche' sono amico di Cossu e tutti mi abbinano alla Jesina. Io parlo solo da allenatore della Vigor e ora vorrei riportare i rossoblu in serie D, sapendo che lo scorso anno siamo retrocessi con la sfortuna. Ora pensiamo a finire la stagione, in futuro si vedra'...".
Mazza (Virtus Villa): "Che dire, è stata una partita quasi a senso unico; siamo una buona squadra, lo abbiamo dimostrato, peccato per il campo non perfetto ma la prestazione ci farà bene per il ritorno. Oggi abbiamo avuto una netta supremazia, ma confidiamo nel ritorno con il recupero di Carelli. Se sapremo giocare come piace a noi, palla a terra, ce la possiamo fare".

Prossima partita: Virtus Villa - Vigor Senigallia, gara valida per la finale di ritorno della fase interregionale di Eccellenza, Domenica 19 Giugno, ore 16:30, al "Nuovo centro sportivo" di Villa Verrucchio, in via Aldo Moro.

Clicca qui per il percorso completo da Senigallia allo stadio di Villa Verrucchio.

Situazione attuale Maceratese già promossa da tempo in serie D.
Play-off interregionali: finale Vigor Senigallia - Virtus Villa, in gara di andata e ritorno, con goal in trasferta che valgono doppi e eventuali tempi supplementari e rigori. La vincente andrà in serie D.
Retrocesse: Matelica, Mondolfo e JRVS Ascoli.

Tabellino:
Vigor Senigallia - Virtus Villa 1-0
Reti: 42° Madau (Vigor).

Vigor Senigallia: Moroni, Bertozzini, Mencarelli (79° Rossetti), Montanari, Turchi, Goldoni, Pandolfi, Baldarelli (59° Traiani), Minero (57° Marini), Figueroa, Madau. All.: Giuliani.
Virtus Villa: Faedi, Babbini, Belli, Ricci, Lilli, Tamburini, Baronciani (64° Zannoni), Tellinai (85° Ballarini), Paci (80° Fratti), Zagnoli, Orlandi. All.: Mazza.

Note: Arbitro: Pagano di Torre Annunziata. Assistenti: Riviello di Battipaglia, Santangelo di Salerno. Ammoniti: Baldarelli (Vigor), Bertozzini (Vigor), Minero (Vigor), Babbini (Virtus Villa), Lilli (Virtus Villa). Angoli: 7-3 per il Virtus Villa. Spettatori: 1500

Classifica finale "Campionato Eccellenza Marche" 2004/2005:
70 Maceratese
50 Biagio Nazzaro Chiaravalle
48 Jesina
48 Urbisaglia
47 Vigor Senigallia *

46 Caldarola
44 Civitanovese
44 Real Vallesina
42 Centobuchi
42 Falco Acqualagna
42 Lucrezia
41 Camerino
41 Montegiorgese
34 Porto S. Elpidio
33 Matelica
30 Mondolfo
18 JRVS Ascoli


In verde : promossa in serie D
In blu : ai play-off
In rosso : retrocesse in serie Promozione
*= Vincente dei playoff regionali, pertanto qualificata ai playoff Interregionali

Per gli altri risultati, classifica marcatori e altre curiosita': http://www.quelliche.net/


ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 giugno 2005 - 2776 letture