contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

La solidarietà del vescovo a padre Alberto

1' di lettura
3013
EV

Prosegue il dibattito sul volantino che invita ad astenersi dal referendum sulla procreazione assistita affisso sui due altari laterali della Chiesa delle Grazie. Dalla curia il vescovo mons. Giuseppe Orlandoni lancia un messaggio di solidarietà a padre Alberto Teloni mentre Gianluigi Mazzufferi, che aveva sollevato il caso alcuni giorni fa, chiede un incontro con il parroco senigalliese.

di Penelope Pitti
penelope@viveresenigallia.it
Il caso di una “ingerenza” della politica nell’ambito religioso o, se si preferisce, di una religione che fa politica era stato sollevato da Mazzufferi, che si era detto sconcertato per la “trovata” propagandaria fatta dal parroco delle Grazie. Di qui la replica di padre Alberto che rigetta le accuse definendo la polemica “sterile e pretestuosa” e parlando di una questione “morale e non politica” della difesa della vita a proposito del referendum sulla procreazione assistita.

E ora a sostegno di padre Alberto interviene anche il vescovo mons. Giuseppe Orlandoni che, senza entrare nel merito del referendum politico, si schiera a difesa del sacerdote. “Esprimo tutta la mia solidarietà nei confronti di padre Alberto –afferma mons. Orlandoni- il parroco delle Grazie gode di tutto il mio appoggio”.
E intanto anche i lettori di Vivere Senigallia si sono scatenati in commenti e botta e risposta.

Ieri poi, Gianluigi Mazzufferi ha scritto una lettera aperta a padre Alberto nella quale auspica anche un incontro con il sacerdote.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 giugno 2005 - 3013 letture