contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Ancora una sceneggiata della politica

2' di lettura
1605
EV

La proposta fatta alla minoranza di assumere la presidenza della prima commissione consiliare, sarebbe un osso (scarno?) lanciato dalla maggioranza?

da Maurizio Tonini Bossi
E' quanto sostengono gli "attori" di questa nuova pubblica sceneggiata, ovvero i rappresentanti della minoranza Consiliare Alessandro Cicconi Massi, Gabriele Girolimetti, Gabriele Cameruccio, Lucio Massacesi, Floriano Schiavoni, Vincenzo Mastrantonio, Fabrizio Marcantoni, Daniele Corinaldesi, Enzo Monachesi, Roberto Paradisi, Vincenzo Savini e Fiore Bittoni. (ma costui non era stato additato come traditore da tutti gli altri?!)
(letto su “Vivere Senigallia”, “60019News” e “Corriere Adriatico” del 09.06.2005)
La proposta avanzata, viene giudicata indecente, un contentino! Si sarebbero dovute "percorrere vie alquanto diverse da quelle intraprese in questi primi giorni del nuovo mandato amministrativo"; ma quali vie?Sarebbe bene spiegarsi quando si emanano pubblici proclami!
La maggioranza – sostengono gli "attori" – si sarebbe "confrontata al proprio interno con evidenti difficoltà politiche e scontri…" – ma se c’erano microspie, in quell’"interno", sarebbe un ottimo scoop se ci venisse fornita la registrazione! In caso contrario l’illazione appare palese.

L'osso: la Presidenza della prima commissione "Affari istituzionali e personale"; e questo sarebbe un osso senza sostanza?! Potrei terminare qui, poichè c’è ben poco da commentare sulla rappresentazione di questo misero scenario giornaliero della politica Cittadina; la folta minoranza Consiliare, dopo averci racconatato del gran rifiuto dell’osso, appare perfino incapace di concludere il suo intervento con qualche riflessione di spessore: tutt’altro ! si prosegue con lo stesso copione, senza alcun contributo alla politica/servizio, alla soluzione di qualche problema reale; si sostiene che essi (minoranza) "non hanno alcuna intenzione di mettersi a quattro zampe come cani a raccogliere l'osso lanciato dalla maggioranza" e infine si rivendica "a propria dignità a cui non si intende derogare"; tutto ciò perchè la proposta sarebbe stata avanzata "solo per togliere le castagne dal fuoco alla maggioranza in difficoltà nella copertura della casella".

Leggendo quasi quotidianamente di queste banali gratuite sciocchezzuole, non supportate da alcuna considerazione comprensibile al Pubblico al quale ci si rivolge, condite con il solo veleno di un metodo di fare politica insopportabile, è avvilente, a meno che non si trasferisca il tutto, come sembra opportuno, nella rubrica "teatro dei burattini".

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 giugno 2005 - 1605 letture