contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

La Festa del Sacro Cuore a Corinaldo

3' di lettura
2908
EV

Corinaldo – La Festa del Sacro Cuore è terminata, con un eccezionale spettacolo pirotecnico allestito da Serge Pierantognetti di fronte a migliaia di persone, venute anche dai paesi limitrofi: Orciano, Mondavio, S. Michele al Fiume, Monteporzio, Castelvecchio.

di Ilario Taus
Quest’anno c’è stata una grande partecipazione, specialmente alle celebrazioni della domenica mattina e alla processione del pomeriggio, con la Statua del Sacro Cuore di Gesù (portata dagli abitanti della zona), che viene venerata presso il Convento di Corinaldo. Alla processione hanno partecipato le confraternite del Gonfalone, della Madonna dell’Addolorata e del Santissimo Sacramento, l’Ordine Francescano Secolare, il Gruppo di Preghiera di Padre Pio “S. Maria Goretti” e il Gruppo Riparazione Eucaristica con i rispettivi labari, la Banda Cittadina e una moltitudine di fedeli.

La processione è iniziata con partenza dal Piazzale del Convento, si è snodata lungo il Viale dei Cappuccini, Viale Rossini e Viale Raffaelo ed è ritornata nel piazzale del Convento dove padre Pietro Maranesi ha concluso i festeggiamenti religiosi con una Omelia: al termine ha benedetto i molti fedeli presenti nel piazzale del Convento. Durante la giornata, si è svolta la tradizionale Marcia Mini-Longa, organizzata dalla Pro Loco per i ragazzi dai 5 ai 14 anni. Nella Iª Categoria – ragazzi dai 5 ai 11 anni sul percorso di Km. 1 è risultato primo Federico Camozzi, 2° Matteo Luzzi e 3ª Giulia Fabrizi (figlia del nostro ex-sindaco Stefano). Ad Alessandro Tarsi, 7 anni, è stata assegnata la Coppa per il più giovane partecipante. IIª Categoria – ragazzi dai 12 ai 14 anni - percorso km. 3,5 - 1° Simone Merolli, 2° Giacomo Bizzarri e 3° Michele Giuliani. A Marica Tinti, 12 anni, la Coppa per la più giovane partecipante.

Ha avuto anche un bel successo la tradizionale pesca di beneficenza, approntata presso il molino Patregnani, per le Missioni Estere. L’illuminazione allestita, da Matteo e Paolo Canella di Mosciano S. Angelo (Te), è stata molto ammirata per i suoi particolari disegni luminosi. Un plauso al Comitato del Sacro Cuore e ai Frati Cappuccini, dal guardiano Fedele Salvadori, a padre Riccardo Sartini, a padre Edoardo Luchetti, a padre Giuseppe Bruschi e padre Giulio Criminesi del Convento di Camerino con i suoi novizi Fra Giuseppe Giovannini e Fra Davide Droghini, al predicatore padre Pietro Maranesi, al provinciale padre Gianni Pioli, che hanno lavorato alacremente per la riuscita di questa tradizionale festa religiosa che ricorre da oltre 70 anni.


ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 giugno 2005 - 2908 letture