contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Referendum: incontro di approfondimento organizzato dai Verdi

2' di lettura
1703
EV

I Verdi di Senigallia hanno deciso di approfondire i temi offerti dalla discussione sui quattro referendum sulla procreazione assistita con il vicepresidente della Lega Italiana Fibrosi Cistica e coordinatore regionale del comitato referendario il dott. Gerardo Tricarico.

di Luca Conti
www.pandemia.info/
Domenica scorsa in piazza Roma un pubblico eterogeneo e molto attento ha seguito con interesse la relazione del Dott. Tricarico.

"Ci troviamo di fronte all’interruzione di ricerche e di studi già in atto nell’ambito della terapia genica e che nulla hanno a che vedere con l’utilizzazione degli embrioni - ha dichiarato durante la serata il Dott. Tricarico - Per non parlare poi dell’esposizione a danni rilevanti ed a inutili sofferenze per molte donne e la negazione della speranza di una maternità serena e responsabile".

Durante la presentazione sono state esposte anche le ragioni di chi, interessato in prima persona all'applicazione della legge 40, conosce bene il carico di dolore, le difficoltà e i timori per il futuro di milioni di persone con patologie gravi quali i Tumori, il Parkinson, le Cardiopatie, la Fibrosi cistica, il Diabete, l’Alzheimer, la Distrofia muscolare, l’Emofilia e altre malattie.

La serata è stata inoltre l'occasione di esporre le ragioni dei Verdi a favore di quattro sì, uno per ognuno dei quattro quesiti referendari.

"Esaminando la legge in maniera approfondita, essa non tratta solo delle tecniche di fecondazione assistita, ma determina il blocco della ricerca scientifica diretta alla cura di malattie gravi e oggi inguaribili - ha dichiarato Alessandro Castriota - nonché l’abbandono a sé stessi dei portatori di malattie genetiche gravi e a rischio di trasmettere le proprie patologie ai figli".

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 giugno 2005 - 1703 letture