contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Condannata la coppia di russi che riforniva di droga il senigalliese

1' di lettura
1791
EV

Sei e quattro anni di carcere è la pena inflitta dal giudice per le indagini preliminari di Ancona rispettivamente a Shaban Mahmud e Valeri Holoborodko, accusati di traffico e spaccio di stupefacenti.
I due uomini, entrambi di nazionalità russa, da tempo risiedevano a Senigallia dove avevano messo in piedi una vera e propria "fabbrica" della droga con la quale rifornivano la spiaggia di velluto.

di Penelope Pitti
penelope@viveresenigallia.it
I due erano arrivati dall'est europeo e avevano messo in piedi una specie di impresa di famiglia con la quale gestivano una drogheria fornitissima. Dai derivati della cannabis agli oppiacei fino alle pasticche chimiche da sballo.

A tradire i due spacciatori una soffiata o più verosimilmente la disinvoltura con cui cedevano la droga agli acquirenti. A cogliere in flagranza di reato Holoborodko mentre cedeva un panetto di hascisc da mezzo chilo è stata la Polizia che ha poi passato la gestione dell'operazione al nucleo radiomobile dei Carabinieri di Senigallia.

Gli accertamenti sono proseguiti con la perquisizione dell'appartamento dei due russi dove sono stati rinvenuti altri etti di droga tra eroina, cocaina ed ecstacy e così le manette sono scatatte anche ai polsi di Mahmud.

In udienza preliminare i due spacciatori hanno scelto la scorciatoia della procedura con rito abbreviato che prevede alcuni benefici di legge.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 giugno 2005 - 1791 letture