contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

sport: Eccellenza - Playoff: una Vigor sempre più meravigliosa!

8' di lettura
3349
EV

Ritorno Playoff interregionali:
Vigor Senigallia - Castelsardo 1-0

La Vigor Senigallia, grazie al successo sui sardi, vola alla finale interregionale: partita tesa, ma i rossoblu la interpretano al meglio creando, concedendo poco e realizzando il goal decisivo con Montanari. E ora si giocherà la promozione in serie D...


di Gianluca Carlino
gianluca@viveresenigallia.it

Ormai non si può più descrivere il cammino rossoblu in questa stagione: una squadra messa su all'ultimo momento utile prima dell'inizio del campionato, tanti problemi societari, ma un gruppo di persone che hanno saputo raccogliere oro con quel poco che avevano a disposizione e un gruppo di giocatori che nei momenti più difficili hanno saputo soffrire per arrivare a questo traguardo che ha lasciato tutti di sorpresa.

Le due squadre partono dal punteggio di 2-1 per il Castelsardo maturato nella gara di andata in Sardegna e per la formazione di Giuliani l'obbligo e' vincere: le regole sono quelle dei goal in trasferta che valgono doppio, pertanto ai rossoblu basterebbe anche l' 1-0.

Vista la necessità della vittoria il mister della Vigor schiera contemporaneamente Figueroa, Madau e Minero, cercando di impensierire sin da subito la difesa ospite, ma c'e' anche la sorpresa tra le formazioni: con il numero 6 per i rossoblu c'e' Goldoni, il veterano della formazione, assente da 7 mesi per una serie di infortuni che lo hanno costretto ad un campionato a riposo; alla fine la prova di "Fefi" sarà maiuscola, che con la sua esperienza riesce a neutralizzare per la gran parte il giocatore ospite Tribuna. E l'inizio è buono per i rossoblu, prima al 4° con scambio Montanari-Pandolfi che porta al tiro da fuori di quest'ultimo di poco alto sulla traversa. Al 13° punizione sempre di Pandolfi, con il portiere ospite Montella costretto ad alzare in angolo. E' un buon inizio per i rossoblu, ma gli ospiti non stanno a guardare e al 15° arriverebbe per loro la possibilita' di mettere una serie ipoteca sul discorso qualificazione: Tribuna sulla sinistra si accentra, scambia con Stocchino e arriva all'altezza del dischetto del rigore, dove, solo, prova a mirare con un rasoterra angolato, ma Moroni è bravissimo a tuffarsi alla sua sinistra e deviare il tiro dell'attaccante sardo. Il brivido scuote i senigalliesi: al 22° grande apertura di Loreti dalla sinistra verso la parte opposta, dove si infila Bertozzini che penetra in area prima di servire un rasoterra per Minero, a pochi metri dalla porta, che chiederebbe solo di essere deviato in porta, ma l'attaccante argentino manca la sfera che sfila dalla parte opposta, dove viene messa in calcio d'angolo dai difensori sardi. Ma proprio sul corner, al 23°, arriva il vantaggio senigalliese, con il goal che deciderà l'incontro: angolo di Pandolfi, sottoporta stacca di testa Montanari, il portiere Montella tocca d'istinto la sfera che rimane lì e ancora Montanari da terra in scivolata colpisce la stessa mandandola in rete per il delirio senigalliese. A questo punto il sogno sembra vicino, ma è ancora presto per festeggiare, visto il tanto tempo ancora rimanente, ma chi si aspetta una Vigor che si chiude soffrendo si sbaglia, anzi al 31° Pandolfi si porta fino al limite dell'area ospite, prima di concludere con un rasoterra che viene bloccato in tuffo dal portiere. La reazione ospite manca nel primo tempo, che si chiude così sul punteggio di 1-0.

Nella ripresa provano subito a partire a testa bassa i sardi e al 1° minuto avrebbero l'occasione del pareggio: punizione di Cacace dalla sinistra, in area interviene di testa Lungheu da pochi metri dalla porta, ma la sfera è troppo centrale e Moroni si ritrova praticamente il pallone tra le mani. Al 50° torna in avanti la Vigor, con Figueroa che controlla palla sulla sinistra, si libera dell'avversario e lascia partire un tiro, da poco fuori il vertice sinistro, che viene bloccato in due tempi da Montella. Al 52° punizione per gli ospiti con Ventricini che conclude centrale e Moroni blocca in due tempi. Al 55° la Vigor avrebbe l'occasione del raddoppio: punizione dalla destra di Madau, palla nell'area piccola dove e' appostato Minero con una prima conclusione ribattuta d'istinto dal portiere, mentre la seconda carambola su un difensore del Castelsardo e termina in angolo. Sul seguente corner, Madau serve sul primo palo Goldoni che prolunga di testa in mezzo per Figueroa che conclude sempre di testa ma centrale e il portiere ospite può bloccare. Gli ospiti provano a spingere ma i rossoblu tengono benissimo il campo e Figueroa delizia la platea con giocate da professionista, che consentono ai rossoblu di tenere a distanza il Castelsardo. Al 79° brivido per i tifosi senigalliesi, con una punizione di Ventricini dai 5 metri fuori area che viene bloccata in due tempi da Moroni. Ma i rossoblu, come detto, rispondono colpo su colpo e il finale è praticamente solo di marca Vigor: all'86° gran lavoro di Madau dalla sinistra che pennella in area un pallone fantastico per Figueroa appostato all'altezza del secondo palo, ma l'argentino deve indietreggiare con il corpo e la sfera schiacciata per terra colpisce casualmente un difensore frapposto tra lui e la porta, prima di sfiorare il palo destro di Montella. Sul calcio d'angolo ancora Madau effettua un cross teso che attraversa tutta la porta, con Pandolfi che non arriva alla deviazione vincente per un soffio. All'88° punizione di Loreti (Vigor) dalla trequarti e Montella è costretto ad alzare in corner per l'ennesima volta. La Vigor sembra in grado di mantenere la palla lontano dalla propria porta, ma intanto l'arbitro segnala cinque minuti di recupero, cinque minuti in cui i nervi dei sardi saltano per aria: al 90° Figueroa subisce fallo a centrocampo, i sardi provano a metterla sulla rissa e ne escono fuori degli spintoni, con Loreti e Aulisio su tutti e che vengono entrambi espulsi dal direttore di gara. Un minuto dopo ancora Figueroa si libera a centrocampo di due avversari prima di venire steso da Lungheu: l'arbitro non ha dubbi e estrae direttamente il rosso che costringe gli ospiti in nove uomini. Nei minuti finali i rossoblu sono bravissimi a tenere palla e lasciare scorrere il tempo, che termina al 95° con il triplice fischio arbitrale che fa esplodere di gioia il "Comunale" che inneggia ai rossoblu, capaci di un'ennesima impresa che li porterà a disputare la finalissima dei play-off interregionali.

Nell'altra partita della semifinale, il Montalcino (Toscana) e il Virtus Villa ( Emilia Romagna) pareggiano 0-0, e, in virtù del successo nella gara di andata per 1-0, il Virtus Villa è l'altra finalista che affronterà la Vigor Senigallia Domenica 12 Giugno in gara di andata e ritorno con goal in trasferta che valgono doppi. La gara di andata si giocherà al "Comunale" di Senigallia. La gara di ritorno, in programma Domenica 19 Giugno, in casa del Virtus Villa.

Nel campionato di Serie D, l'Urbino va a vincere 2-0 in casa della Santarcangiolese, salvandosi, pertanto il Porto S. Elpidio, squadra del girone di Eccellenza che aveva perso lo scontro play-out contro la Montegiorgese, si salva e disputerà il prossimo campionato sempre in Eccellenza.

Prossima partita: Vigor Senigallia - Virtus Villa, gara valida per la finale d'andata della fase interregionale di Eccellenza, Domenica 12 Giugno, orario da stabilire, sul campo "Comunale" di Senigallia.

Situazione attuale Maceratese già promossa da tempo in serie D.
Play-off interregionali: finale Vigor Senigallia - Virtus Villa, in gara di andata e ritorno, con goal in trasferta che valgono doppi e eventuali tempi supplementari e rigori. La vincente andrà in serie D.
Zona salvezza: Il Porto S. Elpidio si salva in virtù della salvezza dell'Urbino (Serie D), che ha vinto 2-0 sulla Santarcangiolese.
Retrocesse: Matelica, Mondolfo e JRVS Ascoli.

Tabellino:
Vigor Senigallia - Castelsardo 1-0
Reti: 23° Montanari (V).

Vigor Senigallia: Moroni, Bertozzini, Montanari, Loreti, Turchi, Goldoni (81° Mencarelli), Pandolfi, Baldarelli (65° Marini), Minero (73° Traiani), Figueroa, Madau. All.: Giuliani.
Castelsardo: Montella, Butticé, Cacace (72° Ruiu), Gmeiner, Lungheu, Ventricini, Cherchi (61° Aulisio), Carucciu, Friscia (72° Pravatà), Stocchino, Tribuna. All.: Piga.

Note: Arbitro: Tagarelli di Termoli. Assistenti: Rosa (L'Aquila), Di Censo (Pescara). Ammoniti: Goldoni (V), Pandolfi (V), Madau (V), Butticè (C), Gmeiner (C), Tribuna (C). Espulsi: 90° Loreti (V) e Aulisio (C) per reciproche scorrettezze. 92° Lungheu (C) per gioco falloso. Angoli: 5-1 per la Vigor Senigallia. Spettatori: 1300

Classifica finale "Campionato Eccellenza Marche" 2004/2005:
70 Maceratese
50 Biagio Nazzaro Chiaravalle
48 Jesina
48 Urbisaglia
47 Vigor Senigallia *

46 Caldarola
44 Civitanovese
44 Real Vallesina
42 Centobuchi
42 Falco Acqualagna
42 Lucrezia
41 Camerino
41 Montegiorgese
34 Porto S. Elpidio
33 Matelica
30 Mondolfo
18 JRVS Ascoli


In verde : promossa in serie D
In blu : ai play-off
In rosso : retrocesse in serie Promozione
*= Vincente dei playoff regionali, pertanto qualificata ai playoff Interregionali

Per gli altri risultati, classifica marcatori e altre curiosita': http://www.quelliche.net/




Clicca per ingrandire

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 giugno 2005 - 3349 letture