contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

La Bandabardò torna al Mamamia

5' di lettura
3838
EV

Sabato 4 giugno, il mamamia inizia alla grande la stagione estiva con il concerto della Bandabardò.

dal Mamamia Alternative Music Club
www.mamamia.it
...8 Marzo 1993: Quel giorno, oltre a festeggiare la donna, nasce la bandabardò.



Enrico Erriquez Greppi, un bilingue dal passato franco-lussemburghese, convince A. M. Finaz, rampante chitarrista elettrico, a gettare alle ortiche qualsiasi amplificatore o pedale di sua appartenenza. Questo per la convinzione di Erriquez che sarebbe bello e divertente portare su un palco la stessa atmosfera di festa che si instaura nelle "cantate tra amici", momenti magici in cui stonati e intonati uniscono le voci in canti senza fine. Seguono a ruota la terza chitarra acustica (Orla), il contrabbasso stradaiolo e francofono (Don Bachi), una batteria minimale (il giovane Nuto) ad assicurare le danze e un fonico di fiducia (Cantini). Si è poi aggiunto Ramon (percussioni) che presta ora la sua imponente mole e il calore di echi cubani.

Ottenuto l’amalgama voluto, il gruppo inizia una vita live costante e devastante per numero di concerti ed energia profusa: quello che la formula bardozziana permette dal set stradaiolo a quello rombante da palazzetto.

Concerti sempre e ovunque (Italia, Francia, Svizzera e Slovenia) alternati a incidenti ai furgoni e

collaborazioni con chi ama allegrie acustiche (Litfiba, Daniele Silvestri, CSI, Max Gazzè, Paola Turci…); ci piace ricordare due tributi a grandi “canzonettari” per i quali abbiamo coinvolto e stravolto più amici del solito: il Tributo a Carosone, nel contesto del Premio Recanati 2001, per il quale abbiamo trascinato con noi Gazzè, Turci e Lina Sastri e quello a Rino Gaetano (Enzimi 2001) dove hanno suonato, cantato e saltato con noi Sergio Cammariere, Marina Rei, Raiss degli Almamegretta, Bobo Rondelli e, ancora, Paola Turci e Max Gazzè.

Insomma fin qui tutto bene: abbiamo dodici anni e ce li viviamo con scongiuri costanti affinché nulla cambi nella vita della banda, che tutto continui ad essere pieno di incontri e di emozioni. Vogliamo continuare ad ascoltare il ritmo giusto per le nostre storie, a seguire l’istinto, a volte l’intuito.

Praticamente non sappiamo dove andiamo, ma ci andiamo!

La banda

Enrico “Erriquez” Greppi: cantante, chitarrista, fondatore ed ideologo della banda, autore dei testi e di gran parte delle musiche.

Alessando M. “Finaz” Finazzo: chitarrista virtuoso

Andrea “Orla” Orlandini: chitarrista abbellitore

Marco “Don” Bachi: contrabbassista

Alessandro Nutini – “il giovane Nuto”: batterista

Ramon Caravallo Armas: Percussioni, tromba e pennellate cubane

Carlo “Cantax” Cantini: fonico

I dischi

· LA BANDABARDO’, 1994

Mini CD autoprodotto, biglietto da visita di una banda allora timida ma lucida e determinata.

· IL CIRCO MANGIONE, 1996

Mondo rutilante e falso, involucro ipocrita per tutte le storie e i personaggi della banda.

Premio Ciampi migliore opera prima ’96.

· INIZIALI BB (secondo volume del Circo mangione), 1998

E’ un disco solare, di canzoni da ricantare in coro, pieno di energia e di sincerità. Come in ogni disco e concerto passato o futuro, c’è un pezzo di Lucio Battisti (Una Giornata Uggiosa): l’immenso e il più bravo di sempre.

· BARBARO TOUR, 1999

Mini CD live. Venti minuti di “Festa-Bardò”, venti minuti di follia e di energia, di balli e di canti, di divertimento e di sudore.

· MOJITO F.C., 2000

Prodotto da Gianni Maroccolo, il disco è registrato in situazioni diverse (diretta totale o sovraincisione selvaggia) e in luoghi diversi, riflettendo più d’ogni altro l’emozione che la Banda incamera e scambia con gli altri suonando, ballando e viaggiando.

· SE MI RILASSO… COLLASSO, 2001

CD live, “summa” dell’energia bardozziana nelle esibizioni dal vivo (20 bottiglie di vino, Vento in facciam, Beppeanna).

· BONDO! BONDO!, 2002

Uscito il 6 settembre 2002 per l’etichetta indipendente Danny Rose e subito in vetta alle classifiche di vendita (al 10° posto, nuova entrata più alta della settimana dal 6 al 12 settembre), Bondo! Bondo! è una disco scritto sull’onda delle emozioni, intorno ad una domanda: perché l’uomo si combatte e per che cosa?

· BANDABARDO’, 2004

La Bandabardò parte alla conquista della Spagna, con questo album che raccoglie – tra le altre -alcune delle loro canzoni più rappresentative (20 bottiglie di vino, Cuore a metà, Beppeanna) e versioni in spagnolo dal loro più recente album di inediti (Gomez).

· TRE PASSI AVANTI, 2004

I guerrieri armati di Bacco, tabacco e Venere proseguono la loro sempre più sorprendente scalata nelle classifiche di vendita, comparendo al 7° posto delle classifiche Nielsen. Un disco popolato da personaggi e storie, carico di poesia ed ironia, che rivela pienamente l’energia che la Banda sa sprigionare una volta sul palco.

· VENTO IN FACCIA, 2005

Finalmente l’energia, l’allegria e la poesia dei live della band toscana sono disponibili anche su supporto video digitale.

· TRE PASSI AVANTI, 2005

Ancora un’uscita spagnola per la Bandabardò: è pubblicato anche in Spagna il loro ultimo album di inediti. Il disco è promosso anche grazie a un tour di otto concerti che percorre tutta la penisola iberica.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 giugno 2005 - 3838 letture