contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Gli abusi al Castello Cinciari in Consiglio Comunale a Monterado

2' di lettura
2970
EV

Finalmente, mercoledì 1 Giugno, anche il Consiglio Comunale di Monterado ha potuto prendere atto della vicenda relativa agli abusi presso il Castello Cinciari, di proprietà del Sindaco Andrea Rodano.

da Tutti i Consiglieri Comunali del Gruppo “Per Monterado”
All’ultimo punto dell’ordine del giorno era inserita un’interrogazione del gruppo di minoranza “Per Monterado” relativa all’argomento citato. Con rammarico si è dovuta constatare la mancata la presenza del Sindaco il quale, considerato che la questione da discutere era personale e privata, e per potere permettere un dibattito più sereno, ha preferito lasciare l’aula, non partecipare alla discussione e lasciare la presidenza al Vice sindaco Gianni Diamantini.
Cosa condivisa dal capogruppo di minoranza, ma non dai consiglieri Carboni e Tommasetti i quali avrebbero preferito la presenza del Sindaco, in quanto l’unico in grado di dare risposte precise e circostanziate. Come si può delegare un’altra persona a rispondere sulla questione etico-morale-politica che scaturisce dalla vicenda? L’iter burocratico è facilmente documentabile da parte di chiunque, mentre i chiarimenti sulle scelte di eseguire prima i lavori per poi ricorrere alle sanatorie potevano e dovevano essere spiegati solo da chi li ha posti in essere. Il gruppo di minoranza ha cercato di far comprendere la gravità, soprattutto morale e politica, del comportamento del Sindaco.
Non si possono ignorare le regole, dimenticando di chiedere i regolari permessi soprattutto da parte di chi, per la carica che ricopre, dovrebbe essere il garante del rispetto delle leggi e dei regolamenti comunali.
La maggioranza, pur non esprimendosi sulla questione etico-morale e difendendo l’operato politico del Sindaco, ha comunque ammesso una “certa leggerezza” ed ha dichiarato che aspetterà il giudizio della magistratura prima di esprimersi sull’operato del primo cittadino. Il gruppo di minoranza fa presente di avere apprezzato il comportamento del Vice sindaco che, in qualità di presidente del Consiglio Comunale, su richiesta del capogruppo di minoranza e derogando dal regolamento comunale, ha consentito un dibattito ampio e completo, concedendo il diritto di parola a tutti i Consiglieri che lo hanno richiesto.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 giugno 2005 - 2970 letture