x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Intorno all'arola

2' di lettura
1724
EV

Il premio letterario "Intorno all'arola", giunto alla sua III edizione a Orciano di Pesaro è promosso dall'Accademia dei Tenebrosi sorta proprio ad Orciano nei primi del XVII secolo, e dall’Amministrazione comunale del paese.

di Alessandra Caselli

Il concorso aperto agli autori marchigiani ha lo scopo di invitare a scrivere e a recuperare così il racconto orale, aiutando a ricreare in ambito familiare le “serate del caminetto”.
Rodolfo Tonelli, presidente dell Accademia dei Tenebrosi esorta così a partecipare numerosi all'evento: il premio letterario offre l’opportunità di valorizzare la parola scritta, l'occasione di offrire materiale vivo per alimentare il racconto, primo ed indispensabile fattore di comunicazione tra giovani ed adulti, ed infine offre la gioia di dimostrare che “eccezionale non è solo chi ha qualcosa da raccontare, ma, soprattutto, chi ha conservato il gusto ed il desiderio di raccontare".
Le opere in concorso saranno valutate da una giuria composta da esponenti della cultura scelti dal Direttivo dell’Accademia dei Tenebrosi e i testi dattiloscritti dovranno pervenire alla segreteria del Premio Letterario “Intorno all’Arola” Piazza Garibaldi 17, 61038 Orciano di Pesaro entro il 30 Giugno.

La stessa segreteria del Premio provvederà se lo riterrà opportuno e a suo insindacabile giudizio a pubblicare la raccolta dei racconti premiati ed eventualmente di alcuni non premiati.
Il montepremi di mille euro destinato a 10 vincitori è così ripartito: 1° classificato 300 €, 2° classificato 200€, 3° classificato 150€; gli altri sette autori premiati saranno classificati quarti a pari merito e riceveranno 50 € caduno.
La cerimonia di premiazione si svolgerà poi a Orciano l'8 dicembre presso l’auditorium di S. Caterina. Nell'era dei telefonini, degli sms e della comunicazione telematica ci sembra davvero questo un evento a cui dare importanza.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 maggio 2005 - 1724 letture