x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Una vicenda che entra a far parte della satira

1' di lettura
1652
EV

Parliamo naturalmente di Fiore Bittoni; questo Grande che LIBERI PER SENIGALLIA ha trattato da gregario, sia pure il migliore.
(Vivere Senigallia del 27.05.05)

da Maurizio Tonini Bossi

Prima del duro lavoro il mattino osservo, leggo, e mi concedo alcune riflessioni avvalendomi, tra l’altro di VIVERE SENIGALLIA; oggi mi pare di dover osservare che questo quotidiano on-line ha necessità (e lo propongo) di dotarsi di uno spazio apposito riservato alla satira; l’articolo odierno (come sopra titolato- firmato “Liberi per Senigallia”) infatti è in quello spazio che dovrebbe essere collocato per poterci scherzare su e per recuperare (impresa forse impossibile) dignità; posto in un contesto politico quell’articolo fà sorridere molto meno e deve, credo, essere respinto da chiunque intenda dialogare senza offendere e senza ridicololizzare nessuno:

Parlare di un personaggio (Bittoni Fiore) ed entrare nel merito “della sua statura morale, della sua levatura politica e del suo valore intellettuale” (qualità queste tutte a Lui negate) è semplicemente orribile.- Non voglio ancora credere che tu, caro Vincenzo, possa essere arrivato a tanto, e che qualche giovincello che hai attorno ti abbia “preso la mano”; costui potrebbe aver voluto sottolineare le indiscutibili negatività del comportamento assurdo del Bittoni di cui Lui stesso pagherà le conseguenze (ma per questo non c’era bisogno di suggeritori!), ma in quel modo no! in quel modo, il Vostro, con quell’articolo indecente, potete puntare solo a "Zelig circus" - Scusatevi!

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 maggio 2005 - 1652 letture