x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Piccola pesca, gravi danni per mareggiate

2' di lettura
2371
EV

Lega Pesca chiede alla Regione Marche un intervento straordinario di sostegno per le imprese a cui sono stati distrutti tutti gli attrezzi.

da Lega Pesca Marche

Ancona, 17 aprile 2005 - La piccola pesca artigianale di tutti i comportamenti marittimi delle Marche ha subito danni ingenti per le mareggiate e per le condizioni meteo marine di questi giorni che hanno causato alte perdite economiche e messo in ginocchio questo comparto, come non avveniva da oltre vent’anni.
La denuncia è di Lega Pesca Marche che chiede l’intervento urgente della Regione per sostenere la piccola pesca artigianale in questo difficile momento economico.
“Alla perdita di tutti gli attrezzi in mare – spiega Simone Cecchettini, responsabile regionale Lega Pesca -, si è aggiunta la gravissima situazione che ha provocato in mare, entro le tre miglia, la creazione di veri e propri cumuli di attrezzi distrutti, nasse, cestelli, cogolli, che mettono ora a repentaglio la sicurezza in mare dei nostri pescatori.
Ci sono state altre situazioni gravi ma le attrezzature da pesca, pur danneggiate, erano state sempre recuperate ma questa volta è veramente impossibile”.
Lega Pesca Marche lancia un appello pressante alle autorità regionali affinché possano essere messe in atto tutte le azioni possibili, in primis per rimuovere questi cumuli che si sono creati e subito dopo per affrontare il danno subito dalle cooperative e dalle imprese che operano nella piccola pesca artigianale.
“Chiediamo alla Regione Marche – dice Cecchettini – di convocare un incontro, con urgenza, per verificare la possibilità di prevedere un intervento di carattere straordinario a sostegno della piccola pesca artigianale”.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 aprile 2005 - 2371 letture