Paradisi: ''ritrovate alcune opere dopo lo scandalo del Perticari''

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
La notizia del ritrovamento di una piccola parte delle opere sparite dal liceo “Perticari” dimostra in modo evidente l’incuria con cui chi di dovere custodisce il nostro patrimonio culturale.

dall'Avv. Roberto Paradisi


Leggiamo che il preside del liceo, che si è interessato delle opere sparite solo quando la notizia è apparsa sulla stampa, si è messo solo ora (dal 2001!) alla ricerca di quadri e stampe.
Aveva ben a cuore, evidentemente, il patrimonio del liceo che dirige! Curiosa poi la circostanza che sia il preside a voler determinare il valore economico delle opere (con quale competenza?), con l’intento di sminuire un valore storico e culturale che è e rimane inestimabile.

Sulle allusioni alle polemiche “pre-elettorali”, occorre tranquillizzare il dirigente scolastico.
Il Comitato “Salviamo il Classico” non ha nessuna intenzione di abbandonare il caso, fino alla costituzione di parte civile nell’eventuale processo penale che si instaurerà nei confronti dei responsabili di questa indecorosa vicenda di sciatteria e indifferenza.

Relativamente alla denuncia circa la sparizione del materiale scientifico che il preside Bonvini avrebbe “più volte” letto sulla stampa, è appena il caso di sottolineare che solo lui ha avuto occasione di farlo.

Il Comitato “Salviamo il Classico” ha sempre chiesto (prima di tutto ai carabinieri) di verificare la presenza di detto materiale per provvedere a custodirlo in modo più serio rispetto a quanto era stato fatto per le opere trafugate.







Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 aprile 2005 - 1971 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, perticari


Anonimo

11 maggio, 01:57
Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV