contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

La Regione Marche si ferma per ricordare il Papa

1' di lettura
1637
EV

La Regione Marche ha ricordato il Santo Padre Giovanni Paolo II con una preghiera collettiva guidata dal parroco di San Carlo Borromeo (Ancona), don Pierluigi Moriconi.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it
I dipendenti si sono riuniti ieri alle ore 12.00 nella sala riunioni della sede istituzionale di Palazzo Raffaello, gremita in tutti gli spazi accessibili.
È stata recitata una parte del rosario.
Don Pierluigi ha letto l’Angelus che il papa aveva scritto per la domenica in Albis, dedicata alla Divina Misericordia.
“Stiamo condividendo questo momento di preghiera e di riflessione con tutta l’umanità"– ha sottolineato il parroco.
"Aver potuto conoscere questi anni di pontificato è stato per noi un privilegio, perché si è rivelato un grande papa.
Il mondo di oggi ascolta più volentieri i testimoni, che i maestri. E i maestri vengono ascoltati, se testimoni.
Giovanni Paolo II è stato maestro e testimone dei nostri tempi. Essere qui raccolti in preghiera è un bel segno di restituzione e di gratitudine per quanto ha fatto per noi. Lo ringraziamo per l’insegnamento che ci ha lasciato: quello dell’amore e della vita”
.




ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 aprile 2005 - 1637 letture