x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Arcevia: copie della Costituzione Italiana per i diciottenni

2' di lettura
1635
EV

Da quest’anno saranno inviate dal Comune di Arcevia, con gli auguri del Sindaco, delle copie della Costituzione ai residenti diciottenni.

dal Comune di Arcevia
www.arceviaweb.it

Purgatori: “vogliamo che i giovani siano consapevoli di appartenere ad una comunità e di avere diritti e doveri garantiti dalla Costituzione

A quale età si raggiunge la piena consapevolezza di essere cittadini? Coscienti cioè dei propri diritti e doveri? Questo momento significativo che, per la legge italiana, coincide con il compimento dei 18 anni e quindi anche con l’acquisizione del diritto di voto, per il Comune di Arcevia deve essere celebrato con la solennità che si merita. Il Sindaco di Arcevia Silvio Purgatori ha annunciato che dal 1 gennaio 2005 ha iniziato ad inviare ai giovani che entrano nella maggiore età, una copia della Costituzione italiana, accompagnata da un biglietto di auguri nel quale è scritto: “Auguri per i tuoi 18 anni. Che tu possa realizzare ogni tua aspirazione e concorrere così alla crescita della nostra comunità”.
Una iniziativa, quella del Comune di Arcevia, che acquista un significato particolare in un momento come quello attuale, a pochi giorni dal voto del Senato che ha approvato l’introduzione della devolution e la modifica della Carta Costituzionale della Repubblica Italiana.
Noi ci auguriamo che la lettura e la conoscenza della Costituzione rafforzi il senso d’identità nazionale dei giovani e la loro appartenenza alla comunità italiana. Pensiamo che la Carta costituzionale, oltre a fornire le basilari conoscenze del buon cittadino, possa imprimere nella mente delle ragazze e dei ragazzi, una maggiore coscienza del loro ruolo nella nostra società. Vogliamo creare un senso di appartenenza allo Stato in modo tale che nessuno si senta dimenticato o messo da parte ma ognuno sia consapevole dei propri diritti e dei propri doveri di cittadino”.



ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 aprile 2005 - 1635 letture