x

Un corso di arabo per non sentirsi stranieri nella propria terra

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Finalmente, presso la sede dell'Associazione Multietnica, nasce un corso di arabo dedicato ai figli degli immigrati. scuola di arabo

di Silvia Piermattei
silvia@viveresenigallia.it


L'iniziativa nasce grazie al progetto "Donna Migrans può" della consulta regionale delle Marche per i Minorenni e all'impegno dei membri dell'Associazione Multietnica.
Bruno Malatesta, Presidente dell'Associazione, Iheme Catherine Caroli, Giuseppina Massi, Belakhdar Omar, Riahi Mounir Ben Mohamed e Luisa Pas De Jesus hanno presentato questo primo corso in lingua araba, al quale se ne aggiungeranno molti altri, per i figli degli immigrati e per tutti coloro che vorranno partecipare.

"Non ci lasciate soli - chiede Bruno Malatesta a tutti gli immigrati - se rimaniamo isolati possiamo sbagliare... solo se tutti gli immigrati partecipano possiamo risolvere i problemi".
Malatesta ha ricordato a tutti che gli italiani siano stati anch'essi un popolo d'immigrati.
"Sono stati fatti molti passi in avanti oggi c'è un ufficio informazioni, dei corsi d'italiano, una maestra per i compiti a casa dei figli, ma esistono ancora molti problemi per gli immigrati come la ricerca delle case, l'ottenere il permesso di soggiorno, i posti per gli ambulanti... l'Associazione Multietnica deve avere il suo peso nelle decisioni dell'Amministrazione comunale".
Durante l'inaugurazione, i soci hanno proposto un "Permesso di Soggiorno Onorario" per il loro Presidente.

Il corso di arabo si terrà tutti i sabati, ma questo non è l'unico progetto che sarà portato avanti dall'associazione: "Ho contattato l'Ambasciata del Marocco e della Tunisia - spiega Riahi Mounir Ben Mohamed - per i nostri figli è importante visitare il proprio paese d'origine ed è nostra intenzione organizzare dei viaggi e degli scambi culturali".

scuola di arabo scuola di arabo scuola di arabo scuola di arabo scuola di arabo scuola di arabo







Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 aprile 2005 - 2872 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/egIM





logoEV
logoEV