x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Montesi scrive al Sindaco Rinaldi per il ripetitore di Via Colle

2' di lettura
1635
EV

Gentile Sindaco Luigi Rinaldi,
ho seguito in questi giorni la vicenda della installazione dell’antenna di telefonia mobile in località Via Colle.

da Luciano Montesi
Assessore ai Trasporti e Turismo della Provincia di Ancona

Ho avuto modo di conoscere personalmente Marcello Gregori, che per tanti giorni ha praticato la forma estrema di lotta, lo sciopero della fame, contro l’installazione di questo ripetitore. A lui ho chiesto di sospendere la sua protesta ed anche lei ha condiviso il mio invito.
Ho conosciuto anche Goffredo Bellocchi, la sig.ra Amanda Salvioni e le famiglie Coletta e Bertini, insieme a tutti gli altri componenti del comitato spontaneo costituitosi a Sassoferrato, che con passione si sono battuti contro l’installazione delle antenne. Non solo, queste persone, a proprie spese, hanno finanziato uno studio per individuare un sito alternativo dove installare il traliccio.
Dai risultati di cui sono a conoscenza sembra che il sito individuato, oltre che praticabile, sia anche vantaggioso per i gestori della telefonia e per la qualità del servizio che essi possono offrire.
La Provincia di Ancona in questa vicenda ha espresso un parere in cui si esclude questa installazione dalla procedura di impatto ambientale; l’ultima parola è rimessa comunque al Comune che ha totale facoltà e autonomia in materia urbanistica.
E’ di oggi la notizia della sentenza del Consiglio di Stato che riconosce al Comune di Senigallia il diritto e la potestà di redigere un piano di locazione delle antenne di telefonia mobile.
Il Comune di Senigallia, ove io risiedo, ha predisposto un piano di localizzazione individuando nel proprio territorio dieci siti di sua proprietà in aree a debita distanza da insediamenti sensibili quali scuole, ospedali ecc.
Questa sentenza del Consiglio di Stato premia il Comune che ha messo al primo posto la tutela della salute dei cittadini e nel contempo vuole garantire un servizio efficiente di telefonia mobile.
Sono un amministratore come lei e credo che il nostro compito sia quello di garantire servizi che soddisfino i diversi bisogni dei cittadini. Con ciò vengo a chiederle di rivedere, di concerto con l’Ente gestore interessato, la localizzazione delle antenne in Via Colle, venendo incontro alle istanze del comitato cittadino e soddisfacendo le esigenze di gestori e utenti.
La invito inoltre a prendere in considerazione l’ipotesi di un piano comunale di localizzazione delle antenne da predisporre come variante al piano regolatore generale. Ciò non interferisce con l’istruttoria avviata presso questa Provincia per l’approvazione del nuovo Piano regolatore generale della sua città.
Con spirito collaborativi le porgo cordiali saluti.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 marzo 2005 - 1635 letture