x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Si toglie la vita gettandosi sotto un treno

1' di lettura
3006
EV

Si toglie la vita a soli 33 anni gettandosi sotto un treno corsa.
Protagonista del disperato gesto Andrea Burattini, residente a Marina di Montemarciano ed impiegato presso la biblioteca comunale di Falconara.

di Guido Fabbri
guidofabbri@vsmail.it

L’uomo, intorno alle 9,30 di lunedì mattina, ha parcheggiato la propria auto nel piazzale di un distributore di benzina di fronte al deposito degli autobus della Conero bus a Marina di Montemarciano, dopo di che ha scavalcato l’adiacente recinzione che protegge la linea ferroviaria ed ha atteso sul binario nord-sud l’arrivo del treno regionale Rimini-Ancona.
Il macchinista del treno non ha avuto il tempo materiale di frenare e l’impatto violentissimo ha ridotto a brandelli il corpo dell’uomo.

I rilievi sul posto sono stati svolti dalla Polfer di Falconara.
A quanto pare il suicida non ha lasciato alcun messaggio per spiegare le cause del gesto, ma gli inquirenti non nutrono dubbi sul fatto che si tratti di un suicidio e non di un incidente.
Per consentire le operazioni di recupero del cadavere, il traffico ferroviario nella tratta interessata della linea adriatica è proseguito a rilento e su un solo binario per l’intera mattinata.



ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 febbraio 2005 - 3006 letture