x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Tutti candidati a sindaco, appassionatamente!

3' di lettura
2246
EV

Dall’emergenza derivante dall’evitare il bis dell’amministrazione Angeloni deriva la grande attenzione che viene riservata, come non mai, alla cronaca politica; in fondo Senigallia è un bel laboratorio ed I cittadini, abitualmente pigri ed apatici, nell’approssimarsi degli appunatmenti elettorali si svegliano e partecipano … appassionatamente.

da Claudio Cavallari
Vicepresidente Club provinciale Berlusconi

In molti con il sogno di fare I “kapataz”, in fondo è una aspirazione legittima; meno legittima è l’azione di quelli che cercano di fare il doppio gioco “pro domo propria”; che nei limiti del possible vanno isolati.
Le storie metropolitane devianti non si contano, come l’ormai famoso brindisi della Sindaco con I vertici dell’Edra e Ivano sbrolloini, fatto veicolare come un cedimento alla linea Angeloni, mentre invece Sbrollini ad una precisa domanda del Sindaco è stato categorico: non posso aiutatrti perchè non sono d’occordo pressochè su niente delle cose che hai fatto”.
MercoledÏ, lo sanno anche I gatti, il piano d’area della Sacelit Italcementi sarà approvato in Consiglio comunale. con la proprietà che si adegua agli ultimi diktat della sindaco, che vuol far figuare l’accordo come un suo grande successo; non era il caso di correre il rischio di incontrare una Angeloni vendicatrice dopo una eventuale rielezione con il piano d’area ancora in sospeso! In certi casi il pragmatismo è d’obbligo!
Da una dichiarazione rilasciata da Cortina, dove era in vacanza, Luana Angeloni ha dichiarato di non aver dubbi sulla sua rielezione, soprattutto dopo l'indicazione di massima, dei principali partiti dell'opposizione di candidare a sindaco l'avvocato Corrado Canafoglia.
E' chiaro che intruppandosi tutti i partiti d’opposizione su un unico candidato sindaco, per giunta presentato da una lista civica non ben definita al momento attuale, l'Angeloni avrebbe una partita estremamente facilitata.
Il club provinciale Berlusconi, rappresentato a Senigallia e nelle Valli del Misa e del Nevola da Claudio Cavallari, è di tutt'altro avviso; la CDL dovrebbe a presentarsi alle amministrative di Senigallia, al primo turno, a "tre punte", un candidato per ogni partito: per Forza Italia, ovviamente Cavallari, il più votato del partito alle provinciali; per Allenza Nazionale, Lucio Massacesi, autore dell'ottima performance con il Patto per Senigallia o Claudio Crivellini; per l'UDC, Gianni Giorgi o Gabriele Cameruccio, a seconda che Cameruccio corra o meno nelle elezioni regionali.
Il tutto con un candidato forte di una lista socialista, per il ballottaggio, portato avanti in comunione di intenti, come sembra, con Sinistra Democratica di Luciano Chiappa.
Temuto conto anche della presenza di altre forze in campo che a loro volta potrebbero esprimere almeno un’altro candidato sindaco, per ottenere ognuno nella sua nicchia il massimo numero di voti, a questo punto, alla signora Angeloni i conti comincierebbero a non tornare con la massima facilità.
A questo punto anche la Margherita potrebbe avere la tentazione di presentare un suo candidato a sindaco. Tutti alla conta, la cosa più giusta che si possa fare!
Come siamo convinti che insieme alle forze di una rilanciata opposizione si schiererà la “maggioranza silenziosa” che potrebbe fare una strage dei partiti del regime e dei loro alleati.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 gennaio 2005 - 2246 letture