x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Vukas parla ed accusa un presunto mandante

1' di lettura
1607
EV

L'anno scorso l'ex miliziano croato Ivan Vukas ha ucciso con tre colpi di pistola il tassista senigalliese Stefano Guazzarotti.
Ieri in un interrogatorio ha ammesso l'omicidio e ha accusato un portuale di Ancona di essere il mandante.

Un anno fa Ivan Vukas era stato arrestato per l'efferato omicidio di Stefano Guazzarotti.
Finalmente l'uomo ha iniziato a rispondere alle domande del GIP, ammettendo di aver ucciso Stefano Guazzarotti quella notte nel piazzale dello Snoopy.
Vukas ha però accusato un uomo, il cui nome non è trapelato, di essere il mandante dell'omicidio.
Il presunto mandante avrebbe aiutato Vukas nel periodo antecedente l'omicidio, quando viveva come un barbone. Poi avrebbe chiesto al croato di uccidere Stefano Guazzarotti perché aveva dei conti in sospeso con lui.
La storia sembra poco credibile perché Stefano Guazzarotti era una persona benvoluta da tutti e perché una testimone racconta di aver visto Vukas salire sul taxi di Guazzaroti a caso alla stazione di Senigallia.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 novembre 2004 - 1607 letture