x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Misa Riders rievoca la Fava dei Morti

2' di lettura
2245
EV

Dal 26 al 28 novembre al Foro Annonario di Senigallia tornano antichi riti gallici.
A Senigallia la Valle del Misa riscopre le sue antiche origini.

Dal 26 al 28 novembre il Foro Annonario di Senigallia ospiterà la Fava dei Morti, una rievocazione storica, con musica, scenografie e degustazioni, dedicata agli usi e alle tradizioni degli antichi abitanti della zona.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Culturale Misa Riders con il patrocinio del Comune di Senigallia, riscopre cultura e leggende delle civiltà che vissero nella valle del fiume Misa fin dal Paleolitico, ma si focalizza in particolar modo sui Galli Senoni che dominarono le Marche settentrionali nel IV secolo avanti Cristo.

Attraverso un’attenta ricostruzione storiografica e l’approfondimento di riti ed usanze, l’Associazione Misa Riders intende riavvicinare i cittadini a questo popolo, amante della musica ed esperto nella lavorazione del legno, che tanto ci ha tramandato attraverso i secoli. La “fava dei morti” che dà il nome all’iniziativa è appunto una di queste tradizioni, che è riuscita ad arrivare fino ai giorni nostri sotto forma di dolce tradizionale.



Oltre ai riti riguardanti le fave, verranno presentati al pubblico molti altri aspetti di questa cultura così ricca, la cui influenza è arrivata fino a noi. In particolare nella mostra verranno esposti numerosi reperti archeologici ritrovati su tutta la Valle del Misa, sculture in legno e manufatti anch’essi in legno lavorato col fuoco, una tecnica di cui i Galli Senoni erano maestri.

L’allestimento stesso ricreerà l’ambiente naturale del fiume utilizzando il materiale -legname, pietre- di cui i Galli stessi facevano uso. Fuori dalla mostra, la zona ristoro riprodurrà fedelmente un accampamento senone e ospiterà alcune degustazioni. Il tutto sarà accompagnato dalla musica tradizionale dei Galli.

Alla mostra interverranno diversi ospiti d’onore. Un maestro arciere spiegherà ai visitatori come costruire un arco alla maniera gallica, mentre domenica 28 gli Arcieri di Monte Roberto si cimenteranno in un’esibizione. Lo stesso giorno saranno presenti anche i Falconieri della Valle del Misa.

La manifestazione “Fava dei Morti” prende il titolo dalla tradizione gallica di mangiare la fava lessa per commemorare i propri defunti. Infatti il peculiare colore dei petali della fava autoctona, bianchi e neri con sfumature viola, veniva associato con il mondo dei morti e si credeva che il gambo cavo del fiore stesso riuscisse a mettere in comunicazione i vivi con le persone sepolte. La credenza era incoraggiata anche da un fatto curioso: le api si rifiutano di posarsi sui fiori di fava.

INFORMAZIONI GENERALI

Venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 novembre, Foro Annonario di Senigallia, dalle ore 17:00 in poi.
Per maggiori informazioni: 335 5340688


ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 novembre 2004 - 2245 letture