Si apre un nuovo ciclo della scuola di Pensiero Medico Taoista

Senigallia 30/11/-0001 -
Sono aperte fino al 24 novembre le iscrizioni per il nuovo ciclo della scuola di Pensiero Medico Taoista presso il centro studi Blu Jarma (nella zona artigianale di Senigallia, a Borgo Bicchia, via Caduti sul lavoro 5/1).

da Centro Studi Blù Jarma


La scuola, un anno propedeutico più un trienno, con iscrizioni annuali, è rivolta a tutti coloro che desiderano conoscere l’antico e sempre attuale pensiero Taoista ( Cinese ), semplice e universale allo stesso tempo, dalle pratiche armoniche ed efficaci, ispirato alla Natura e finalizzato alla longevità.
Il corso fornisce quindi gli strumenti operativi e introspettivi a chi vuole dedicarsi alla conoscenza di questa dottrina orientale per avere una visione olistica ed energetica di sé e del mondo; a chi desidera praticare l’antica arte del massaggio Shiatsu; a chi vuole esercitare la propria professione servendosi di metodi antichi ed efficaci. A chi lavora con gli anziani e con i bambini o con il corpo di atleti e danzatori e chi insegna le arti marziali. Perché il Taoismo, scrive Padre Claude Larre, “ è una delle più antiche versioni cinesi della genesi dell’uomo e del suo inserimento nel vitale universale. Non prova nulla. Non dimostra nulla. Qui sta la sua forza”. Ciò che vale nel taoismo, conclude “è il mondo spirituale”.
Sette insegnanti della scuola, nel nuovo centro dagli spazi grandi e accoglienti, accompagneranno gli iscritti da sabato 27 novembre per sei week end fino ad aprile 2005. Fisiologia e patologia comparata( tra le due medicine) e Feng - Shui si aggiungono quest’anno alle discipline di sempre: studio del pensiero e della psicosomatica Taoista, digitopressione, alimentazione naturale secondo i principi orientali, massaggio shiatsu, studio dell’anatomia intesa come consapevolezza psicocorporea e anatomia delle emozioni, principi della fitoterapia e naturopatia, qi gong (chi kung).
info: 347.8407401 e 071 7929187.

www.blujarma.it

Testo alternativo





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 novembre 2004 - 3173 letture

In questo articolo si parla di