x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

La Relocali presenta il calendario Arcevia 2005

2' di lettura
3587
EV

Sabato 13 alle ore 17 presso il centro culturale San Francesco di Arcevia, la Relocali creazioni eventi presenta il calendario Arcevia 2005.

Il calendario nasce dalla collaborazione delle 12 modelle selezionate dal concorso di bellezza e cultura “Reginetta Castelli d’Arcevia” miscelato con le immagini della 1° Extempore di pittura “Un Volto per l’Arte” tenutasi a San Pietro in Musio ad ottobre, il tutto contornato da bellissime immagini dei castelli di Arcevia con prospettive visive rare.

Alla serata di presentazione saranno presenti le 12 modelle guidate dalla Reginetta 2004 Olga Rocchetti. Saranno inoltre presenti i 13 pittori che hanno immortalato sulla tela le bellezze delle modelle in suggestivi scorci medioevali del Castello di San Pietro in Musio nel corso dell’Extempore “Un Volto per l’Arte” e di cui si potranno ammirare le opere all’interno della manifestazione.
Questo pomeriggio da sogno organizzato dalla Relocali creazione eventi è un ulteriore passo della Relocali per portare avanti il suo programma di valorizzazione e sviluppo del territorio dell’entroterra che si ritrova nello slogan iniziale con cui la Relocali si era avvicinata al territorio Arceviese e far si che “Arcevia dove il sogno diventa realtà” si concretizzi e diventi un punto importante di partenza per tanti giovani nel mondo dell’arte e dello spettacolo e come esperienze di vita.

Questo pomeriggio è solo il preludio delle iniziative della Relocali per l’anno 2005 che avrà come punto di partenza ufficiale la prima settimana di Dicembre con la presentazione della tela dipinta dal Maestro Bruno d’Arcevia raffigurante la Reginetta 2004 Olga Rocchetti, e che sarà l’immagine del concorso 2005 che già dalla presentazione sarà un concorso con dei cambiamenti radicali e fondamentali per posizionarsi già dal prossimo anno come il concorso in assoluto più innovativo e spettacolare del terzo millennio.




ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 novembre 2004 - 3587 letture