x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Arcevia: l'attività estrattive distruggerà lo sviluppo turistico

1' di lettura
1864
EV

Il comitato di Monte S. Angelo si è fatto promotore di una protesta contro il programma estrattivo della Provincia di Ancona che prevede l'individuazione una cava nelle localita di Monte S. Angelo e Montefortino.

Il comitato ha richiesto un incontro con il Sindaco Silvio Purgatori per esprimere le perplessità dei cittadini nei contronti di questa scelta economica.
L'Amministrazione Comunale non è completamente contraria all'attività estrattiva, il ricavato potrebbe finanziare la gestione dell'ente e i lavori pubblici e anche l'occupazione aumenterebbe.
Gli abitanti dell'area interessata dall'insediamento dell'attività estrattiva non è d'accordo con queste prospettive di sviluppo.
Dal punto di vista ambientale provocherebbe un'impatto altamente negativo, l'erosione della montagna causerebbe un pericolo costante, mentre l'inquinamento dovuto alle polveri nell'aria e al traffico dei camion peggiorerebbe inevitabilmente la qualità della vita.
Le qualità paesaggistiche e naturalistiche di quest'area hanno favorito la nascita di country house, agriturist e l'acquisto delle abitazioni da parte di residenti stranieri che si sono innamorati di queste colline ed hanno deciso di non separarsene più.
Le possibilità turistiche di quest'area è evidente e la nascita di una cava potrebbe mettere a questa possibilità di sviluppo.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 ottobre 2004 - 1864 letture