x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Arduino Sgreccia dichiarato incapace al momento della strage

1' di lettura
3866
EV

Lo psichiatra Vittorio Volterra ha dichiarato incapace di intendere e di volere Arduino Sgreccia.
L'uomo, 47 anni, di Arcevia, è accusato di triplice omicidio nei confronti della moglie e dei suoi due bambini.

La tragedia si è consumata lo scorso 13 marzo presso l'abitazione dell'accusato situata a San Pietro D'Arcevia.
L'uomo soffriva di crisi depressive ed era costantemente ossessionato da incubi.
Arduino Sgreccia, in un momento di follia, ha imbracciato il fucile ed ha ucciso sua moglie Cecilia Torcellini, 36 anni, ed Erika e Andrea, i loro due bambini di 11 e 7 anni, per poi rivolgere l'arma su di se, ma senza successo.

Lo Psichiatra Volterra ha esposto la sua relazione mercoledì mattina di fronte al gip Alberto Paolucci; nella sua perizia stabilisce che l'imputato non era in grado di intendere e di volere al momento del fatto e che in ogni caso il suo precario stato di salute mentale è incompatibile con il carcere.
L'Avvocato Marcello Marcellini puntava su questo tipo di perizia per portare avanti la sua difesa ed ora l'imputato sarà giudicato anche in base al vizio di mente.
L'uomo è ricoverato all'ospedale di Senigallia al reparto di psichiatria, dove si trova agli arresti domiciliari.
Arduino Sgreccia dovrà essere sottoposto a una cura farmacologica ed a diversi interventi chirurgici per la ricostruzione di diverse parti del corpo lesionate dopo il fallito tentativo di suicidio.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 ottobre 2004 - 3866 letture