x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Aree per addestramento cani

2' di lettura
3309
EV

La provincia d'Ancona ha istituito delle aree per l'addestramento dei cani da caccia, su territori temporaneamente libere dalle coltivazioni.

dalla Provincia di Ancona

La Provincia di Ancona, con deliberazione di Giunta Provinciale n.346/2004, ha disposto, nel periodo intercorrente tra l’apertura della caccia alla migratoria (1° settembre) e l’apertura alla caccia alla stanziale (19 settembre), l’istituzione di zone di allenamento e addestramento cani temporanee nelle stoppie, nei prati artificiali o naturali, su coltivazioni di barbabietole medicai non da seme.
L’istituzione di queste zone è prevista per i giorni di mercoledì 8 settembre, giovedì 9 settembre, sabato 11 settembre, mercoledì 15 settembre e giovedì 16 settembre a condizione che non si arrechino danni alle colture
L’attività di addestramento potrà essere effettuata, dalle ore 6.00 alle ore 12.00, da tutti i cacciatori aventi residenza venatoria negli ATC della provincia di Ancona.

Con questo provvedimento l’Assessore alla Caccia della Provincia di Ancona, Stefano Gatto, ha voluto dare una concreta risposta alle richieste e attese di numerosissimi cacciatori e appassionati cinofili ed in particolare ai possessori di cani da cerca e segugi che, di fatto, contrariamente ai conduttori dei cani da ferma, per disposizione del calendario Venatorio 2004/2005 si sarebbero trovati fino al 19 settembre nella condizione di non poter utilizzare e tenere in esercizio i propri animali.
L’inattività avrebbe potuto avere ripercussioni sulla capacità dei cani di adeguarsi subitaneamente allo sforzo fisico derivante dall’attività di cerca, localizzazione e inseguimento della preda.
L’Assessore Gatto, nell’auspicare una stagione ricca di soddisfazioni per l’utenza venatoria e cinofila, comunica che la copia della disposizione è gia stata inoltrata agli ATC e a tutte le Associazioni venatorie, cinofile e agricole.
Gli Uffici provinciali sono comunque a disposizione per informare l’utenza circa le precise modalità inerenti lo svolgimento dell’attività di addestramento autorizzata.

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 settembre 2004 - 3309 letture