statistiche accessi

Colori, odori, suoni e storia nella musica dei MCR

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Sabato sera il Mamamia di Senigallia ha ospitato i Modena City Ramblers in concerto.
Attraverso balli e musica popolare il gruppo ha raccontato la nostra storia.

di Luca Romagnoli


Festeggiano dieci anni di attività i Modena City Ramblers, risale infatti al 1994 l’uscita di “Riportando tutto a casa”, la loro prima pubblicazione discografica ufficiale.
Dieci anni di viaggi, storie raccolte in strada, impegno politico, lotte e sudore.
Attraverso un filo conduttore partono dall’Emilia, loro terra d’origine, per arrivare in Irlanda, prima di fare tappa in Africa ed America Latina, terre dove raccolgono odori, colori, suoni e testimonianze poi tradotti in musica.

Ed è proprio la musica a farla da padrone nelle oltre due ore di concerto che i Modena hanno regalato ai numerosi fans ed ai curiosi accorsi sabato sera al giardino del Mamamia-estate. Due ore in cui hanno raccontato appunto la loro storia, dal già citato album d’esordio fino a “ Viva la vida, muera la muerte!”, ultima fatica discografica uscita nel Gennaio 2004.
Una miscela di folk a ritmo serrato e ballate tipicamente irlandesi, racconti di vite vissute spesso ai margini, di lotte rabbiose e decise contro le ingiustizie del mondo, un coro unanime contro tutte le guerre e a favore dei più deboli.

Da sottolineare la messa in video, prima del concerto, di un filmato riguardante il problema delle risorse idriche volto a sensibilizzare la platea; tema caro ai Ramblers vista anche la pubblicazione, in collaborazione con la Coop, del mini-cd “Gocce”, che aderisce alla campagna “Acqua per la Pace”, volta alla raccolta fondi per la costruzione di pozzi per l’acqua potabile in scuole e villaggi di Palestina, Angola, Burkina Faso e Sierra Leone.

Un cenno va per merito anche all’apripista della serata, Guido Foddis, trentenne cantautore bolognese, irriverente e pungente, il quale, accompagnato soltanto dalla sua chitarra, in meno di quindici minuti, ha infuocato la folla cantando del marcio del nostro bel Paese.
Per ogni informazione e curiosità sui Modena City Ramblers è possibile connettersi al sito ufficiale dei MCR, oppure a quello del Fan Club.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 agosto 2004 - 2169 letture

In questo articolo si parla di





logoEV