statistiche accessi

Forza Italia: solidarietà al Corriere Adriatico

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
La Giunta Comunale ha querelato il Corriere Adriatico.
Forza Italia esprime la sua solidarietà alla testata e critica la giunta.

da Alessandro Cicconi Massi e Alberto Severini
gruppo consigliare di Forza Italia


Ci risiamo, l’Amministrazione Comunale ha deciso di querelare per diffamazione con i soldi della collettività un importante organo della stampa locale, nella fattispecie il Corriere Adriatico, per un articolo nel quale si faceva riferimento al contenuto di una delibera della Giunta Municipale che affrontava l’argomento dei pass a Sindaco, Assessori e Consiglieri per poter accedere nel centro storico della città gratuitamente.
Senza entrare nel merito della vicenda, il gruppo consiliare di Forza Italia, vuole esprimere alla testata giornalistica del Corriere Adriatico tutta la più forte solidarietà e vuole stigmatizzare con decisione un comportamento, quello dell’amministrazione comunale, che sta portando avanti sempre più spesso azioni legali di fronte ai tribunali, il tutto a spese della collettività, per la tutela di propri interessi.
Già nei mesi scorsi il gruppo di Forza Italia, attraverso un'interrogazione del capogruppo Cicconi Massi, aveva biasimato la decisione di dare incarico ad un noto penalista per assumere iniziative a tutela dell’onorabilità del Sindaco e dell’ Amministrazione Comunale con una delibera che impegnava soldi inseriti nel bilancio comunale, contro articoli apparsi sulla stampa locale e ritenuti ingiuriosi.
Oggi con sorpresa notiamo che le osservazioni e le critiche che Forza Italia ha sollevato non sono servite assolutamente a nulla e l’Amministrazione Comunale, con una decisione del 22 luglio u.s. ha decisione di agire questa volta in maniera mirata, colpendo un’autorevole testata giornalistica locale, che si è sempre distinta per la imparzialità e l’atteggiamento corretto e pluralista. Forse a questo punto un po’ troppo per i gusti di certa politica locale.
Insomma un articolo, d’inchiesta, sui possibili risvolti derivanti da una delibera approvata dalla giunta comunale e non il solito comunicato stampa da riportare per filo e per segno, senza cambiare virgole e parole, ha fatto infuriare l’amministrazione comunale di centro sinistra.
Quello stesso centro-sinistra che a livello nazionale si erge continuamente a paladino della libera informazione e che non perde mai occasione di accusare le forze politiche di maggioranza di voler mettere il bavaglio alla stampa o alla sedicente satira libera, ma guarda caso sempre faziosa e di sinistra.
Ma qui si fa ancora peggio, non solo si compie un’azione che inevitabilmente intimorisce la libera informazione, ma lo si fa coprendosi con la scusa dell’interesse generale, della tutela dell’onorabilità della macchina amministrativa e della città.
Forse il Sindaco Angeloni non ha capito che l’integra formazione dell’opinione pubblica non avviene solo tramite le pagine dei quotidiani a cui dovrebbe smettere di guardare con tanta, troppa apprensione, quella di chi si sente in forte difficoltà e cerca un capro espiatorio, bensì questa avviene ogni giorno, nella strada, tra la gente che subisce la mala amministrazione di questa giunta.
La smetta perciò la Giunta di spendere soldi pubblici per tutelare la propria immagine. Se c’è qualcosa da biasimare alla stampa, lo faccia pure, ma mettendo mano al proprio privato portafoglio. Ed alla stampa Forza Italia ribadisce tutto il sostegno e la solidarietà per l’azione di completa informazione svolta. Continuate così.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 agosto 2004 - 2151 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV
logoEV