statistiche accessi

musica: Alla Corte dei Miracoli

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Con un concerto a Destate la Festa la Lineamaginot ha portato vecchi e nuovi fan "alla Corte dei Miracoli"...



Conoscevo la Lineamaginot solo di nome, ma in un dopocena d'agosto non c'è mai molto da fare; e un po' per noia, un po' per curiosità mi son seduto sulle seggiole nel prato antistante la Rocca Roveresca, aspettando l'inizio del concerto e pensando "Beh, almeno lo scenario è di tutto rispetto...!"
Sono le 10 e 45 quando i musicisti, dopo una breve presentazione, salgono sul palco ed iniziano a suonare. Presentano il loro nuovo disco "alla Corte dei Miracoli", dicono... Io nemmeno lo sapevo, non sapevo che ci fossero band locali che fanno dischi, come i musicisti "veri", quelli che senti alla radio...
Una canzone, due, tre e la serata si fa veramente interessante: la musica è schietta, sinuosa, accattivante: bella. La gente inizia ad assieparsi riempendo gli spazi vuoti sulle seggiole e sui muretti che dalla piazza guardano il prato. Il brusio diminuisce e sale l'attenzione. Non fanno i profeti questi della Lineamaginot, e questo mi piace: "Ce ne sono già troppi!" penso, "Per fortuna loro suonano", soltanto qualche frase ad introdurre alcuni pezzi. E allora mi lascio trasportare dalla musica, del resto è un concerto: e si susseguono i brani che raccontano la loro storia musicale, da quelli dell'ultimo album "alla Corte dei Miracoli" passando per le canzoni del loro EP "L'anima che scotta" fino a ritornare a quelle del loro lavoro d'esordio, l'omonimo "Lineamaginot".
Mi diverto e la seggiola comincia a starmi stretta, mi alzo in piedi e comincio a ballare tenendo il ritmo con le mani, e come me tanta gente: chi salta, chi canta perchè sa già le canzoni, chi sta in silenzio e ascolta i testi, chi si avvicina al chiosco per acquistare i dischi, chi li chiama per nome e chi ne chiede il nome...
E' tardi e senza dire una parola la band passa dal rock al folk; chi li conosce mi dice che il concerto sta finendo, che quella è l'ultima canzone e si intitola "Ninnananna intorno al mondo", che la Lineamaginot saluta il pubblico sempre così.
Allora mi siedo e mi metto ad ascoltare, e penso che mi dispiace che la serata sia già finita, che la musica debba smettere proprio sul più bello, che ci si debba "svegliare" di nuovo in una serata afosa d'agosto...
Conoscevo la Lineamaginot solo di nome e in una sera d'agosto sono andato con loro "alla Corte dei Miracoli"!

La copertina del nuovo album della Lineamaginot
Clicca per ingrandire





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 agosto 2004 - 1913 letture

In questo articolo si parla di





logoEV