statistiche accessi

Oltre 2.000.000 euro per la pesca

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
La Giunta regionale approva il programma annuale di interventi per il settore ittico per l'anno 2004.

dalla Regione Marche
www.regione.amrche.it


Il governo regionale, in attuazione degli indirizzi generali delle attività di promozione e sviluppo della pesca, ha approvato il programma di interventi nel settore ittico per l’anno 2004 per un importo complessivo di 2.003.390,73 euro.
"Il programma – ha sottolineato l’assessore Luciano Agostini – intende favorire il processo di modernizzazione della flotta da pesca nelle Marche nell’ottica di un miglioramento delle condizioni di lavoro, di sicurezza del personale addetto e della navigazione, nonché del miglioramento della qualità e della conservazione a bordo del prodotto ittico pescato. Per il corrente anno – ha spiegato Agostini - sono previsti essenzialmente due interventi. Il primo consiste in misure di sostegno regionale a favore dell'ammodernamento delle imbarcazioni della piccola pesca costiera, il secondo riguarda la promozione della qualità e tracciabilità nella filiera pesca attraverso il sostegno diretto agli studi e alle azioni svolte dall’Agenzia Servizi Sviluppo Agricolo Marche (ASSAM) in tale campo".
Gli incentivi, rivolti ad imbarcazioni da pesca iscritte nei compartimenti marittimi in attività da almeno cinque anni, prevedono un contributo pubblico del 40%, per un importo massimo di 25 mila euro, per barche inferiori a 12 metri e di 50 mila euro per barche di lunghezza superiore.
Allo scopo di privilegiare la piccola pesca costiera, la priorità verrà data ai natanti inferiori a 12 metri.
Inoltre il programma vuole promuovere e dare valore alla produzione ittica locale. L’attuazione di questo intervento viene affidato all’Assam ente regionale che da alcuni anni sta portando avanti progetti di valorizzazione del pesce attraverso l’etichettatura del pescato dal momento di pesca fino al consumo finale. In particolare viene sostenuto il progetto “Scirocco 36” che mira alla creazione di un marchio collettivo volontario a cui possono aderire tutte le imprese di pesca interessate creando così un circuito commerciale garantito composto da pescatori, commercianti, ristoratori e consumatori. (a.f.)





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 agosto 2004 - 1840 letture

In questo articolo si parla di





logoEV