statistiche accessi

Cinque giorni nel Rinascimento

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Ad agosto spettacoli rinascimentali d’eccezione per trascorrere “cinque giorni a corte” legati alla mostra dei Della Rovere.

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


Il Comune di Senigallia proporrà nella prima decade di agosto una serie di manifestazioni davvero suggestive, legate a filo doppio alla grande mostra sui Della Rovere e intitolate “Cinque giorni a corte”. Gli appuntamenti, tutti ad ingresso gratuito, si svolgeranno da giovedì 5 a lunedì 9 agosto – sempre con inizio alle ore 21,15 – nel magnifico scenario del cortile della Rocca Roveresca, proprio di fronte a quel Palazzo del Duca in cui ha sede la tanto celebrata mostra dell’estate 2004.
Ad aprire le danze, è proprio il caso di dire, sarà il gruppo Sagegreen, che giovedì 5 eseguirà un concerto di musiche rinascimentali europee dal titolo “Andiam cantando di dame, cavalieri, armi e amori”. Sarà una serata veramente straordinaria, ricca di canzoni d’amore, balli di corte e mottetti carnascialeschi. Il gruppo protagonista è composto da Nadia Marolli (voce e percussioni), Riccardo Scharf (ud, salterio, ghironda e voce), Enrico Ballardini (saz, mandolino, percussioni e voce) ed Emanuele Zanfretta (flauti e cornamuse).
Le tre giornate da venerdì 6 a domenica 8 agosto saranno dedicate al teatro prodotto dall’Associazione Museo dei Ragazzi di Firenze, che con questo linguaggio capace di suscitare pathos ed emozioni intendono mettere in scena la storia e i suoi documenti, con l’obiettivo di aprire un dialogo tra passato e presente. Il pubblico sarà così coinvolto in una sorta di gioco di ruolo che lo costringerà, per tentare di capire tempi lontani, a interrogarsi sull’oggi, a indagare su abitudini, consuetudini e apparenti ovvietà.
Gli appuntamenti, racchiusi sotto l’eloquente titolo di “Rinascimento al femminile”, proporranno le storie della monaca Costanza, della schiava ottomana Asmà, della popolana Francesca da Settignano e di Lucrezia De’ Medici. Si tratta di una serie di piccole pièce teatrali che intendono mettere in scena, secondo la formula delle vite parallele, alcune storie di figure femminili rappresentative della condizione della donna nell’età della Controriforma. Gli spettacoli saranno seguiti da un dibattito fra il pubblico e gli animatori-attori che interpretano i personaggi cinquecenteschi.
Sarà inoltre raccontata la storia di un’udienza con Cosimo I ed Eleonora di Toledo, quale occasione per rappresentare il linguaggio della moda, presentando i sontuosi abiti del Duca, della moglie e dei piccoli principi loro figli, accuratamente riprodotti e indossati dagli animatori-attori per mettere in luce le diverse concezioni religiose, etiche, sanitarie e igieniche che sottendono alla moda cinquecentesca rispetto all’attualità.
Lunedì 9 agosto, serata conclusiva dei “cinque giorni a corte”, sarà protagonista l’Accademia Corale Calicanto di Senigallia, che proporrà esibizioni di un repertorio rinascimentale in costume d’epoca dal titolo “Un invito a corte: canti e suoni alla corte dei Della Rovere”. Lo spettacolo prevede canzoni a ballo, parate, canti carnascialeschi, di convivio, serenate e contrasti che riprendono la tradizione italiana alla corte dei signori del ‘400. Le proposte musicali saranno assolutamente originali e i testi conterranno una curiosa commistione di caratteri pseudo-popolari, riflettendo il gusto dell’epoca per la vita gaia e spensierata.

INFORMAZIONI: Comune di Senigallia - Ufficio Beni Culturali, tel 071.6629348 Biglietteria della Mostra, tel. 071.64558





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 agosto 2004 - 2221 letture

In questo articolo si parla di





logoEV