x

Annega per una congestione, inutili i soccorsi

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Barbara Moroni, 31 anni di Senigallia, è deceduta ieri pomeriggio per annegamento, nella spiaggia libera adiacente al Ponterosso. Testo alternativo

di Silvia Piermattei e Michele Pinto
redazione@viveresenigallia.it


La tragedia si è compiuta sotto gli occhi di tutti, a trenta metri dalla riva; purtroppo nessuno si è accorto tempestivamente di ciò che accadeva. I bagnini di salvataggio del Marlin ed alcuni bagnati si sono resi conto che Barbara galleggiava in acqua esanime, si sono gettati in acqua per soccorrerla, ma quando hanno raggiunto la ragazza non c'era più nulla da fare.
Inutili i tentativi di rianimazione dei ragazzi dal pattino e a riva con i medici del 118.
Probabilmenta la causa dell'annegamento è dovuto ad un malore, forse Barbara aveva mangiato qualcosa prima di entrare in acqua.
I medici accerteranno le cause del decesso.
La ragazza soffriva di problemi psichici ed era abbastanza conosciuta a Senigallia.
Barbara lascia un vuoto negli operatori e negli amici della Casa della Gioventù.
"Ultimamente era molto migliorata ed era felice - ci racconta Gabriele Landi presidente della Casa della Gioventù - Era una persona con una forte carica umana, molto gentile. Amava particolarmente i bambini."
I genitori sono stati subito avvertiti dell'accaduto ed hanno raggiunto il luogo della tragedia prima che il corpo della figlia fosse portato in obitorio.
Il momento del trasferimento di Barbara è stato straziante; tutti i bagnanti hanno lasciato uno spazio per l'attraversamento del carro funebre.
Il Bar Cesare ha chiuso l'attività per rispetto alla memoria della giovane.
Si riaprono le polemiche per la sicurezza della spiaggia e per la copertura del servizio di salvataggio anche nella spiaggia libera.

   

EV




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 luglio 2004 - 2424 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/efXh