x

Senigallia com'eri? Spigolature di vita senigalliese

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
È una tradizione ormai qui a Senigallia, nata dall'amore che gli storici, i poeti, i fotografi hanno per la loro città.

da Elvio Grossi


Senigallia com'eri! Si sa che a molti di noi piace andare con la memoria al passato. E' lo stesso piacere dell'archeologo che ri­cerca le cose perdute. E' una tradizione ormai qui a Senigallia, nata dall'amore che gli storici, i poeti, i fotografi hanno per la loro città. Anni fa il poeta Bruno Fattori ci ha dato la sua Senigallia d'inizio novecento (raccolta di poesie, edita dal Comune, curata da Mario Carafoli). Oggi è Piero Maria Benedetti che ci dà le sue spigolature ottocentesche. Senza la pretesa di rigore scientifico "in un'ottica semplice e familiare, dimessa e incurio­sita" come dice lo storico Severini. Sono vicende quotidiane, con aspetti insoliti della vita cittadina e l'eco di eventi nazionali. Ricordo come nella Storia della Storiografia si apprezzano le pagine che, invece di analizzare freddamente i fatti, danno il colorito del tempo, con immagini animate e brillanti. E' questo infatti l'altro ottocento del nostro Benedetti.

Piero Maria Benedetti "L'altro ottocento, spigolature di vita senigalliese", introduzione di Marco Severini, ed. Ancona 2004.

L'altro 800
Clicca per ingrandire





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 luglio 2004 - 2293 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/efUn





logoEV
logoEV