x

poesìe: I giochi: <i>9 di 11</i>

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Si rinnova l'appuntamento con i poeti nostrani ed è di nuovo Renata Sellani che ci porta indietro nel tempo raccontandoci i giochi di un tempo.


E p.r i maschi c'era 'n bel tr.nin,
tutt d' latta, longh piturat.
Era l'argal più bell. I vaguncìn
l'un dietr a l'altr e pò c'era tacat

'l vagon p.l carbòn e l' spurt.lin
p.l machinista e quant era muntat
partiva sa la cariga, pianin.
Sapessi quant volt s'è arbaltat!

L' rutaj furmav.n 'n c. rchiett
e 'l tr.nin facea sempr gir.tond...
Quant partiva s.ntivi 'l fischiett.

Ma lora ch.l tr.nin quant i piaceva!
era 'l giogh più bell d'tutt 'l mond,
robba da pogh, ma a lora n.i pareva.

Le ultime Poesie





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 aprile 2004 - 5586 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/efMt

Leggi gli altri articoli della rubrica poesie





logoEV
logoEV