x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

Più sicurezza per i risparmiatori della provincia

3' di lettura
1968
EV

La mozione del consigliere provinciale Massimo Bello (AN) sui bond Parmalat e sulla tutela dei piccoli risparmiatori nel territorio della provincia di Ancona è stata inserita all'ordine del giorno del consiglio provinciale.

da Massimo Bello
m.bello@provincia.ancona.it
Consigliere provinciale di AN

"Una mozione che vuole essere anche uno stimolo affinché vengano concretamente tutelati e garantiti quei cittadini, quei pensionati e quelle famiglie residenti nel nostro territorio provinciale, che hanno investito i propri piccoli e medi risparmi in bond della Parmalat e che, oggi, si trovano in una situazione di difficoltà perché hanno visto sfumare i loro soldi. Credo sia opportuno che se ne parli anche a livello provinciale e che di ciò se ne interessino anche le istituzioni pubbliche, come la Provincia, che rappresentano gli interessi e le esigenze di un territorio e di una comunità".
E’ quanto aveva proposto il consigliere provinciale di An Massimo Bello in una mozione per portare all’attenzione anche del consiglio provinciale di Ancona il dibattito sulla vicenda dei bond Parmalat e della tutela del risparmio, ritenendo “tale argomento suscettibile di interesse non solo nazionale, ma anche di interesse locale visto che il nostro territorio provinciale è stato, purtroppo, toccato da questa vicenda”.
La mozione, con cui il consigliere di An invita l'Assemblea consiliare al Palazzo di Vetro di Ancona a prendere posizione e ad esprimersi "perché tutti gli istituti bancari – dice Bello - interessati dalla vicenda, piccoli o grandi che siano, presenti anche nel nostro territorio regionale e provinciale, siano sensibilizzati ad assumere quei provvedimenti per restituire ai risparmiatori ciò che hanno perso", è stata iscritta finalmente all'ordine del giorno del consiglio provinciale di Palazzo di Vetro.
Con questa iniziativa, che è in piena sintonia ed in linea con quanto avanzato e detto dal vice presidente del Consiglio dei ministri e leader di An on. Gianfranco Fini, il consigliere Massimo Bello chiede al consiglio provinciale "di impegnare la Giunta provinciale ed il Presidente, per quanto di propria competenza ed in relazione al fatto che la Provincia rappresenta istituzionalmente gli interessi e le esigenze della comunità provinciale tutta, ad attivarsi ed interessarsi della situazione, assumendo adeguate iniziative a sostegno di tutte quelle famiglie, di quei cittadini e di quei pensionati interessati dall’investimento in quei titoli;
Una mozione
– aggiunge il consigliere Bello – che va senz’altro nella direzione giusta se pensiamo solo a quanti cittadini, famiglie e pensionati si sono trovati con un pugno di mosche in mano di fronte ad una tragedia finanziaria di enormi proporzioni che ha colpito tanti piccoli e medi risparmiatori, che non sanno cosa fare e rivendicano giustamente più tutele e più garanzie del mercato e del risparmio".

ARGOMENTI


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 15 aprile 2004 - 1968 letture