Il Sellani Trio a San Rocco

30/11/-0001 -
Oggi alle 17 si esibirà all'Auditorium San Rocco il trio del pianista jazz Renato Sellani, comprendente Massimo Moriconi al basso e Massimo Manzi alla batteria.


La serata è dedicata alla memoria di Adolfo Sellani, recentemente scomparso, fratello del pianista e uomo di punta del Lyons club senigalliese, promotore di questo evento, il cui incasso sarà devoluto all'Associazione Oncologia Senigalliese.
Renato Sellani, Senigalliese DOC ma da tempo residente a Milano, 77 anni ben portati, si distingue ben presto per swing e raffinatezza armonica nel panorama jazz dei ruggenti anni '50 e successivi. Collabora con grandi stelle come Chet Baker, Helen Merrill, Gianni Basso e tanti altri. Vanta un'imponente discografia che copre praticamente mezzo secolo di storia del jazz italiano ed internazionale. Da molti anni ha come partner musicale il bassista romano Massimo Moriconi, 48 anni, dalle innumerevoli collaborazioni internazionali in campo jazzistico (Baker, Woods, Melillo etc.) ma anche affermato "session man" della musica leggera con artisti come Mina e Concato. Dotato di un "timing" perfetto e di una tecnica impeccabile, si fa notare anche per immancabili "gags" che spesso si alternano alle immancabili battute "all'inglese" di Renato. A metà degli anni Ottanta si inserisce nel trio il batterista Massimo Manzi, approdato pochi anni prima a Senigallia. Batterista estremamente dinamico e fantasioso, si rivela il partner ideale per le imprevedibili improvvisazioni di Sellani. Ha inciso con molti grandi jazzmen ed ha suonato nella scorsa estate in trio con Pat Metheny a Ravenna. Il trio ha collaborato ad edizioni recenti di Umbria Jazz Festival ed ha inciso per la "philology" diversi CD, alcuni dei quali dedicati alla musica d'autore italiana (Battisti, D'Anzi, Kramer,C.A.Rossi, Paoli etc.).




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 marzo 2004 - 1954 letture

In questo articolo si parla di


michele

22 marzo, 19:25
Qualcuno è stato al concerto?<br />
Come è stato? Io purtroppo me lo sono perso.