Perché vergognarci della Rotonda?

Senigallia 30/11/-0001 -
I bagnini insorgono contro il cantiere chiamato a ristrutturare il pontile della Rotonda: il simbolo di Senigallia "oscurato" dai lavori . Anche la Confcommercio contesta i tempi scelti dal Comune per i lavori di recupero.

di Martina Ceccacci
martina@viveresenigallia.it


Gli imprenditori balneari manifestano il loro dissenso nei confronti dell’apertura del cantiere in Piazzale della Libertà per il rifacimento del pontile della nostra Rotonda: un grave errore se si considera la tempistica dell’operazione. L’emblema della città è stato “oscurato” proprio nel momento meno indicato – si lamentano i bagnini - quello in cui dovrebbe avviarsi la campagna di promozione turistica e in cui tutti dovrebbero impegnarsi per preparare al meglio la città in vista della prossima stagione turistica, e per di più le dimensioni del cantiere non permettono alle attività limitrofe di svolgere correttamente e liberamente le loro attività. I bagnini si chiedono per quale motivo l’opera di recupero non sia stata posticipata al prossimo settembre, anche visto che l’accesso al Piazzale della Libertà è parzialmente impedito a causa dei lavori al sottopasso dei quali non si conoscono i tempi di ultimazione.
E' stata inoltre colta l’occasione per sottolineare la condizione strutturalmente vecchia del lungomare Marconi e la mancanza di arredo urbano dello stesso, che contribuiscono a rendere isolato questo tratto importante dell’area di attrazione turistica senigalliese.
In conclusione, gli operatori balneari devono purtroppo vedere ancora ostacolato il loro lavoro a causa della mancanza di programmazione.


Testo alternativo Testo alternativo
Clicca per ingrandire





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 marzo 2004 - 1990 letture

In questo articolo si parla di





logoEV