Un nuovo volto per i giardini delle Saline

30/11/-0001 -
Numerosi gli interventi di riqualificazione delle aree verdi del quartiere Saline iniziati in questi giorni.
I lavori prevedono giostre di valore artistico, un percosrso sportivo, aree pensate per bambini, anziani e portatori di handicap, una pista di pattinaggio e anche uno spazio per lo skateboard.

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


Sono stati consegnati nei giorni scorsi i lavori di riqualificazione del verde urbano e di alcune aree giochi nella zona delle “Saline”. Gli interventi, che verranno completati entro il termine contrattuale di 60 giorni, sono suddivisi in due differenti progetti:
Ø 1) Il primo interessa Via Rovereto e Viale dei Pini, ha un importo complessivo di € 118.931,13 (dei quali 90.751,64 per lavori) e sarà eseguito dalla ditta Ecobioetica di Avacelli di Arcevia, che ha offerto un ribasso del 17,76% sul prezzo a base d’asta;
Ø 2) Il secondo riguarda Via delle Rose e Via dei Gerani, ha un importo complessivo di € 106.339,32 (dei quali 82.764,16 per lavori) e sarà eseguito dalla ditta TLF di Corsalone (AR), che ha offerto un ribasso del 13,40% sul prezzo a base d’asta.
Si tratta di lavori molto importanti – ha dichiarato l’Assessore ai Lavori Pubblici, Maurizio Mangialardi – che si inseriscono nell’ambito di un programma di riqualificazione delle aree verdi del territorio che caratterizza l’azione della nostra Amministrazione ed ha già offerto grandissimi risultati negli ultimi anni. Per molte situazioni, come ad esempio l’intervento sulla pista di pattinaggio delle Saline,che rappresenta un prezioso luogo per l’aggregazione giovanile, si tratta tra l’altro di fornire una risposta ad alcune esigenze esplicitamente manifestate dai cittadini”.
Va sottolineato che i due progetti saranno realizzati in copartecipazione con la Provincia di Ancona, dal momento che hanno usufruito di un cospicuo finanziamento da parte dell’Assessorato provinciale all’Ambiente.
Vediamo ora in sintesi le principali caratteristiche degli interventi.
Giardino di Via Rovereto
Il giardino esistente lungo la via è attualmente pressoché sprovvisto di attrezzature. Qui sarà recuperato il campetto da calcio, che si trova in pessimo stato, e si ricaveranno attrezzature destinate ai bambini e agli anziani. Sarà realizzato un percorso di avvicinamento ai giochi e i vialetti permetteranno anche ai portatori di handicap l’attraversamento del giardino, l’avvicinamento ai giochi e la socializzazione. L’intera area giochi sarà modellata attorno a una giostra rotante a forma di cigno in legno di rubinia naturale (scelta dettata dall’alto valore simbolico che questo legno ha per il nostro territorio): tale giostra sarà una vera e propria scultura dall’alto valore decorativo. Attorno ad essa, disposti a raggiera, saranno collocati un gioco a castello, un ponte tibetano in corde, uno scivolo con torretta e una parete di arrampicata in corda, un’altalena a cesto. Accanto sono previste delle panchine per consentire ai genitori di seguire i bambini e godere del giardino. Saranno inoltre posizionati tre gazebo in legno. L’intero complesso è stato studiato attentamente per promuovere la biodinamica dell’ambiente, pensato come microcosmo dotato di vita propria.
Aree verdi di Viale dei Pini
Esiste qui un’area verde del tutto priva di attrezzature, a parte qualche panchina costituita dalla sola seduta. Ad una estremità si apre poi un appezzamento più largo con un camminamento e qualche panchina di fortuna installata dai residenti. Si tratta di due giardini idealmente contigui, in quanto collegati da un camminamento sull’argine del fosso Sant’Angelo, a lato di Viale dei Pini. Il progetto prevede di ricavare qui un “percorso vita”, cioè un numero di attrezzature per esercizi ginnici corredate da una tabella che ne illustri l’utilizzo. Lungo il percorso sono previste alcune panchine in cemento, con seduta e schienale in legno naturale, nonché l’installazione di due gruppi costituiti da tavolo e due panchine interamente in legno di pino. Altre panchine sono previste per sostituire quelle provvisorie fornite dai residenti. In quest’area saranno anche risanati sia il manto erboso che i camminamenti esistenti.
Area a verde tra Via delle Rose e Via delle Orchidee
Il progetto riguarda l’area a verde situata sull’angolo tra Via delle Rose e Via delle Orchidee, uno spazio attualmente sottoutilizzato in quanto quasi del tutto carente di attrezzature (vi esistono solo panchine in carente stato di manutenzione). Si prevede qui l’installazione di un gioco di forma piramidale con rete in funi di acciaio antitaglio ricoperte di nylon, che permetteranno l’arrampicata e il gioco per circa 30 utenti di una vasta fascia di età. Alla base del gioco è prevista un’area con sabbia di fiume lavata, riquadrata con un cordolo in legno in pino naturale. Da tale riquadro partiranno nelle quattro direzioni altrettanti vialetti a raggiera, che consentiranno anche ai portatori di handicap l’attraversamento del giardino, l’avvicinamento al gioco e la socializzazione. Sotto i pini marittimi presenti nel giardino sarà rigenerato il manto erboso e verranno potati alcuni alberi. Verranno anche installate panchine in cemento con seduta e schienale in legno naturale, oltre a due gruppi composti da tavolo e due panchine interamente in legno di pino per favorire l’aggregazione e l’utilizzo dello spazio verde anche a famiglie e anziani.
Viale dei Gerani: Skate park
L’intervento riguarda qui la pista di pattinaggio esistente, frequentata da ragazzi appassionati di pattini in linea e di skateboarding. Queste discipline prevedono strutture che simulano la realtà cittadina, come ringhiere, finti muri, gradini, e altre strutture simili a rampe. Attualmente i ragazzi si sono adoperati a costruire un percorso del genere con mezzi di fortuna, cioè strutture in legno o metallo autocostruite e fatiscenti.
Oltre a non rispettare alcun criterio di sicurezza, si tratta di strutture decisamente antiestetiche, che causano un degrado visivo della zona. In collaborazione con i frequentatori più adulti della struttura, si è allora disegnato un vero "skate park", secondo criteri costruttivi (strutture in metallo con il piano in legno multistrato) in grado di rendere l’opera fruibile minimizzando le necessità di manutenzione e il rumore provocato dalle strutture. Tale soluzione, innovativa per il territorio, potrà richiamare persone da tutta la provincia. Va inoltre sottolineato che la facile smontabilità delle strutture ne permetterà il collocamento anche nel centro città in occasione di eventi particolari o dimostrativi.




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 marzo 2004 - 2673 letture

In questo articolo si parla di