il messaggero: Assalto alla banca della Stazione

30/11/-0001 -
Rapina alla Banca Toscana in via Boerio. Entrano armati di taglierino e, dopo aver minacciato il cassiere facendosi consegnare i contanti in cassa, si danno alla fuga con un bottino di 6.500 euro.


L’ennesimo colpo messo a segno ai danni di un istituto di credito senigalliese si è consumato nell’arco di una manciata di minuti con una delle più classiche tecniche di azione dei malviventi in blitz di questo tipo. La mattina, erano circa le 12,20 e centralissima è la zona dove si trova la Banca Toscana, tra la stazione ferroviaria e il Sembotel, peraltro sempre molto trafficata sia perché attraversata dalla strada statale, sia perché sede di numerosi uffici.
Sono le peculiarità inusuali che non hanno fatto desistere i due rapinatori dal loro interno. I due uomini, con il volto in parte nascosto da una sciarpa e da un cappello, sono riusciti ad entrare all’interno della filiale passando inosservati, ma una volta giunti in prossimità della cassa,uno dei due ha estratto un taglierino e intimato al cassiere di consegnare il denaro contante contenuto nel cassetto.
Pochi minuti sono così bastati ai due rapinatori, dall’accento di nazionalità italiana, per farsi consegnare tutte le banconote della cassa presa di mira. Un bottino di 6.500 euro che senza perdere tempo i due hanno intascato per poi darsi alla fuga.
Continuando a minacciare il cassiere e gli impiegati sono riusciti a guadagnare l’uscita della banca e si sono dileguati a bordo di una Fiet Uno di colore rosso. A quel punto, immediato è scattato l’allarme ai Carabinieri che sono intervenuti sul posto. Subito è scattato l’inseguimento di alcune volanti, dirette a Sud della città lungo la statale, che si sono avvalse anche dell’ausilio di un elicottero. Dei due rapinatori nessuna traccia.
Solo nel pomeriggio, è stata rinvenuta non lontano dal luogo della rapina la Fiat Uno utilizzata per scappare. Come spesso accade in queste circostanze, l’auto è risultata rubata e con ogni probabilità la fuga dei due malviventi è proseguita a bordo di un altro mezzo appositamente parcheggiato altrove prima della rapina. Continuano le ricerche da parte dei Carabinieri di Senigallia.
Di Giulia Mancinelli




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 marzo 2004 - 3751 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV